Sanchez, l’Inter torna in corsa!

0
527

Alexis Sanchez torna ad essere l’obiettivo primario dell’Inter per sistemare l’attacco: rassicurata dalle dichiarazioni di Samuel Eto’o, pronto a restare a vita nella società nerazzurra, la dirigenza, con Marco Branca in testa, sarebbe pronta a dare l’assalto al cileno dell’Udinese, inserendosi nella trattativa tra friulani e Barcellona che da 3 settimana parlano ininterrottamente dell’eventuale trasferimento del calciatore in Spagna.

© RODRIGO ARANGUA/AFP/Getty Images
Le possibilità che l’Inter diventi presto la squadra in pole position per Sanchez sono reali ma restano legate alla cessione di Wesley Sneijder: Massimo Moratti aspetta con trepidazione l’offerta del Manchester United (che sarà formalizzata in queste ore o al più tardi nei prossimi giorni) e secondo indiscrezioni Sir Alex Ferguson sarebbe pronto a versare nelle casse nerazzurre una cifra anche superiore ai 35 milioni di euro, cifra che quantifica il valore del giocatore fatta dal Presidente Moratti stesso. C’è da dire che il massimo dirigente dell’inter è molto legato all’olandese ma a certe cifre pare difficile dire di no (ricordarsi della questione Ibrahimovic) anche perchè nel modulo tattico di Gasperini, Sneijder sarebbe di difficile collocazione, a meno che non si decida di snaturarlo per farlo giocare esterno d’attacco o centrocampista davanti alla difesa riducendone però così il raggio d’azione. Ecco perchè con i soldi ricavati dalla sua cessione si potrebbe prendere un giocatore talentuoso ed in rampa di lancio e che ha la peculiarità di essere molto più funzionale al progetto tattico di “Gasp”, rendendo l’attacco dell’Inter veramente devastante! Inoltre il Barcellona, l’unica squadra gradita da Sanchez, pare molto in difficoltà sul piano economico, divisa tra 2 fuochi: meglio portare alla corte di Guardiola il cileno oppure investire tutti i soldi per richiamare alla casa madre un grande nome come quello di Cesc Fabregas? Sembra che la disponibilità per arrivare a tutti e 2 i calciatori non ci sia ma queste sono solo delle indiscrezioni che potrebbero anche rivelarsi infondate. Il dato certo è che i campioni d’Europa non si smuoveranno dall’offerta complessiva fatta all’Udinese in precedenza ovvero 37 milioni di euro comprensiva di denaro cash, bonus per le eventuali vittorie, ed una contropartita tecnica. Finora però nessun calciatore offerto ai friulani si è detto pronto a trasferirsi ad Udine, vedendo la società dei Pozzo come un ridimensionamento della propria carriera (Jeffren su tutti). Si sta lavorando per cercare di inserire Jonathan Soriano, attaccante classe 1985 che con il Barcellona B è stato il capocannoniere dell’ultimo campionato di Segunda Division. Per trovare l’accordo inoltre il Barça pare intenzionato a spingersi dai 26 milioni inizialmente offerti ai 28 (immediati), il tutto però tenendo presente che sarebbero diminuiti i vari bonus legati al rendimento del giocatore: il totale dell’operazione sarebbe quindi sempre di 37 milioni. Cifra che non soddisfa completamente il Presidente bianconero perchè legata a troppe variabili. Da qui potrebbe nascere l’inserimento dell’Inter che con una liquidità maggiore (se Sneijder venisse ceduto in poco tempo) si fionderebbe su Sanchez (magari investendo una 30 di milioni cash e la metà del cartellino di una o 2 contropartite tecniche da scegliere tra Mariga, Coutinho e Santon) cercando di convincere anche il cileno che, a quanto riferiscono fonti vicine al calciatore, avrebbe il solo desiderio di giocare affianco a Messi. L’Inter però non è una squadra di secondo piano e pensandoci bene il “Nino Maravilla” potrebbe anche convincersi che la destinazione nerazzurra sarebbe egualmente prestigiosa e non una scelta di ripiego. Stiamo infatti parlando sempre di un top club europeo, una squadra di valore assoluto che è pronta a tornare a vincere sia in Italia che in Europa. Le prossime ore saranno decisive, soprattutto perchè nella sede dell’Inter si attende il fax dell’offerta del Manchester United per Sneijder. Un blitz della società inglese per assicurarsi il talento Oranje potrebbe creare un effetto domino senza precedenti con un vorticoso giro di attaccanti pronto a rivoluzionare il panorama del calcio internazionale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here