Il Sassuolo delle meraviglie in Europa vola!

0
73
I giocatori del Sassuolo esultano dopo la rete di Berardi | Foto Twitter

Di Francesco ha preparato un Sassuolo quasi perfetto, che non solo non paga lo scotto del primo confronto contro una formazione europea dal passato glorioso, come la Stella Rossa di Belgrado, ma è stato capace di sottometterla nel gioco e cosa ancor più importante, nel risultato.

Quando il Sassuolo macina gioco la palla scorre con quasi geometrica memoria e ha solo qualche intoppo tra i piedi di Biondini, il quale di contro però fornisce una prestazione da “polmone d’oro” recuperando un’infinità di palloni e la squadra non va mai in affanno contro i serbi.

Il Sassuolo esce tra gli applausi del Mapei Stadium | Foto Twitter
Il Sassuolo esce tra gli applausi del Mapei Stadium | Foto Twitter

Se la prima rete neroverde nasce da un errore marchiano del portiere Kahriman, che si vede sfilare rasoterra la palla sulla sinistra prima di fare una carambola con i due pali della porta e concedersi docile al tap-in di Berardi, le altre due marcature sono di ottima fattura e il risultato di un’azione corale degna di un top-team europeo.

Di Francesco aveva spronato alla vigilia i suoi ragazzi chiedendo una prova di carattere e coraggio per mettere subito, nella gara del Mapei Stadium, il “fieno in cascina” necessario per vedere il ritorno con tranquillità e così è stato. Il tecnico sfodera dietro al centro la coppia Cannavaro-Acerbi che sono stati impeccabili, Gazzola a destra che ha spinto molto e Peluso a sinistra mai in affanno e attento su Katai. Il centrocampo ha funzionato in modo pressoché perfetto con Magnanelli sempre ottimo direttore d’orchestra, Duncan sontuoso e Biondini gladiatorio, ma è l’intesa tra gli attaccanti la meraviglia vera della squadra.

I giocatori del Sassuolo esultano dopo la rete di Berardi | Foto Twitter
I giocatori del Sassuolo esultano dopo la rete di Berardi | Foto Twitter

La prima rete la realizza Berardi come detto, poi con un’azione tutta di prima è Politano a trafiggere il portiere biancorosso su assist dello stesso Berardi ed infine Defrel chiude il conto con un tiro ad incrociare di sinistro al volo su cross di Peluso. Ma nel computo dei novanta minuti i neroverdi avrebbero potuto realizzare almeno altrettante reti se fossero stati più cinici. Clamoroso ad inizio ripresa quando Duncan serve in area Berardi e con il portiere in uscita l’attaccante azzarda un pallonetto delizioso che bacia il palo interno della porta prima che la palla venga spazzata da un difensore avversario.

In tribuna era presente il neoacquisto Alessandro Matri che dovrà faticare molto per inserirsi velocemente e conquistare il posto nel trio d’attacco visto in scena questa sera. Il Sassuolo di Di Francesco è ad un passo dalla fase a gironi di Europa League e la gara di ritorno al Marakana di Belgrado può essere superato con l’intelligenza più che con le gambe ma soprattutto senza alcun timore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here