Scarpa d’Oro: Eto’o e Forlan inseguiono Janko del Salisburgo

0
317

diego-forlanI campionati volgono al termine e come ogni anno nelle ultime giornate si iniziano a tirar le somme della stagione. Ad incoronare i migliori bomber c’è l’ambito riconoscimento della Scarpa d’Oro, ogni attaccante sogna di vincere questo premio individuale per scrivere il suo nome al fianco di grandissimi goleador che l’anno vinto in passato. Dal 1996 è stato un coefficente per livellare il criterio tra campionati piu competitivi con quelli di seconda fascia, la scorsa edizione è stata vinta da Cristiano Ronaldo, il portoghese del Manchester a testimonianza di una straordinaria stagione ha vinto tutto quello che un giocatore può vincere sia a livello di club che individuale.
Quest’anno a guidare la classifica è Marc Janko del Salisburgo con 57punti, seguono Samuel Eto’o a 56 e Diego Forlan 55. La serie A insegue in 6° posizione con Marco Di Vaio e 7° Ibrahimovic.

La classifica:

  1. Marc Janko (Salisburg) 38 gol – 57 punti
  2. Samuel Eto’o (Barcellona) 28 – 56
  3. Diego Forlan (Atletico Madrid) 27 – 54
  4. David Villa (Valencia) 25 – 50
  5. Mario Gomez (Stoccarda), Grafite (Wolfsburg) e Lionel Messi (Barcellona) 23 – 46
  6. Marco Di Vaio (Bologna) 22 – 44
  7. Zlatan Ibrahimovic (Inter), André-Pierre Gignac (Tolosa) 21 – 42.

Albo d’Oro

Anno Giocatore Squadra Punteggio
1996-97
1997-98
1998-99
1999-00
2000-01
2001-02
2002-03
2003-04
2004-05
2005-06
2006-07
2007-08
Ronaldo
Nikos Machlas
Mário Jardel
Kevin Phillips
Henrik Larsson
Mário Jardel
Roy Makaay
Thierry Henry
Henry-Diego Forlán
Luca Toni
Francesco Totti
Cristiano Ronaldo
Barcelona
Vitesse
Portogallo Porto
Sunderland
Celtic
Sporting Lisbona
Deportivo La Coruña
Arsenal
Arsenal – Villarreal
Fiorentina
Roma
Manchester United
68
51
54
60
52,5
63
58
60
50
62
52
62
Articolo precedenteAddio Anfield Road: il Liverpool cede agli sponsor
Articolo successivoAnticipo 40 Giornata Serie B: Il Piacenza affonda il Pisa
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO