Sei nazioni:l’Inghilterra piega l’Italia

0
462

Nel tempio di Twickenham agli azzurri non riesce l’impresa. Gli inglesi si impongono per  36-11 mantenendo l’imbattibiltà contro l’Italia. Brutto esordio quindi ma siamo solo alla prima giornata ci sarà il tempo di riprendersi per Bergamasco e compagni.

La Cronaca della gara:

INGHILTERRA-ITALIA 36-11
Inghilterra
: D. Armitage, Sackey, Noon (34′ st Tait), Flutey (20′ st Geraghty), Cueto, Goode, Ellis (20′ st Foden), Easter, S. Armitage, Haskell, Kennedy (34′ st Croft), Borthwick, Vickery, Mears (16′ st Hartley), Sheridan (20′ st White). All. Johnson (A disposizione: Worsley)
Italia: Masi, Robertson, Canale, Garcia, Mi. Bergamasco, Marcato (29′ pt McLean), Ma. Bergamasco (1′ st Toniolatti), Parisse, Zanni, Sole, Bortolami (16′ st Reato), Dellapè (36′ st Montauriol), Castrogiovanni, Ongaro (16′ st Festuccia), Perugini (21′ st Nieto). All. Mallett (A disposizione: Pratichetti)
Arbitro: Lawrence (Sudafrica)
Marcatori: 2′ pt meta Goode (In), 2′ pt tr Goode (In), 18′ pt meta Ellis (In), 28′ pt meta Flutey (In), 29′ tr Goode (In), 34′ pt cp McLean (It), 36′ cp Goode (In), 39′ pt cp McLean (It), 15′ st meta Ellis (In), 15′ tr Goode (In), 32′ st meta Mi. Bergamasco (It), 38′ st Cueto (In), 39′ tr Goode (In)

LA PARTITA

80′
E’ finita!
79′ 36-11
Trasformazione di Goode
78′ 34-11
Meta di Cueto lungo l’out destro difensivo dell’Italia
77′
Adesso l’Inghilterra forza il finale per non concedere speranze all’Italia
73′
McLean fallisce la trasformazione
72′ 29-11
Meta di Mirco Bergamasco a conclusione di un’insistita azione azzurra. Strappo di McLean che squarcia in diagonale la difesa inglese, poi ai cinque metri l’Italia ribalta l’azione arrivando alla meta di Mirco Bergamasco
62′
Zanni intercetta il rilancio di Delon Armitage, ma commette un avanti togliendo la meta a Pratichetti ormai lanciato tutto solo
55′ 29-6
Break inglese che spezza in due l’Italia, Ellis si infila e va a schiacciare in meta. Goode poi trasforma
47′
Continuano le difficoltà azzurre a costruire, la palla fatica a uscire pulita dalla mischia d’attacco
41′
Mauro Bergamasco resta negli spogliatoi: bocciata la sua prova da mediano di mischia, dentyro Toniolatti
41′
E’ ricominciata!

40’+3′ Finisce qui il primo tempo!
42′ Terza linea inglese non legata in mischia, piazzato per l’Italia. McLean calcia e colpisce il palo
39′ 22-6
Piazzato di McLean tra i pali
37′
Espulsione temporanea per Haskell
36′ 22-3
Punizione per l’Inghilterra per fallo di Castrogiovanni. Batte Goode e piazza l’ovale tra i pali
34′ 19-3
Piazzato per l’Italia, calcia McLean, buono
30′
Dentro McLean per Marcato che ha subito due duri placcaggi a inizio gara
29′ 19-0
Trasformazione di Goode
28′ 17-0
Passaggio arretrato di Mauro Bergamasco per Garcia troppo lungo, si infila in velocità Flutey che vola in meta
25′
Fuori Reato, Bortolami riprende il suo posto in campo dopo 5 minuti di stop: 4 punti di sutura in testa
24′
Momento delicato per l’Italia che riesce a tenere lontano dalla propria area di meta l’Inghilterra, pur senza riuscire a pungere
19′
Goode fallisce la trasformazione
18′ 12-0
Meta di Ellis che sfrutta un errore italiano in mischia. La palla, in mano azzurra, esce male e finisce agli inglesi
17′
Piazzato di Goode fuori dai pali
16′
Parisse intercetta e frena un’azione travolgente inglese
12′
Errore grossolano, chiude troppo con l’interno destro e l’ovale non centra i pali
11′
Fuorigioco difensivo inglese, piazzato per l’Italia in posizione centrale
10′
Gli Azzurri ricacciati indietro
9′
Rimessa dell’Italia nei 22 inglesi
5′
Piazzato di Goode largo
3′ 7-0
Trasformazione di Goode
2′ 5-0
Meta di Goode. Tutto nasce da una rimessa troppo lunga di Ongaro che non trova Sole. L’azione si ribalta fino dalla parte opposta dove Goode schiaccia in meta. Dopo il replay, Lawrence conferma
1′
Calcio di Goode, parte la sfida!

fonte: Sportmediaset

CONDIVIDI
Articolo precedenteSpalleti come Mourinho?
Articolo successivo23 Giornata: gli anticipi
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here