Semifinali Coppa Uefa: il Werder ha esaurito tutta la fortuna con l’Udinese

0
271

L’Amburgo vince il derby del nord.1-1 il derby di Ucraina

Questa volta Diego stecca e il Werder perde il derby della Germania del nord contro l’Amburgo. Gli uomini di Schaaf pagano il conto alla dea bendata: se nel match con l’Udinese i tedeschi riuscirono a segnare con quasi ogni tiro scagliato verso la porta di Handanovic questa sera la porta di Rost è rimasta inviolata e tante grosse occasione per il Werder non si sono concretizzate per questioni di centimetri sopratutto nel secondo tempo.diego-werder La stella di Diego non ha brillato e le due punte Almeida e Pizzarro avevano le polveri bagnate, il solo Ozil con i suoi consueti cambi di passo ha cercato di riaccendere la luce. L’Amburgo del primo tempo ha ben impressionato dimostrando che il vantaggio sul Werder in campionato è piu che meritato, Olic e Trochowsky hanno messo molte volte in difficoltà la lenta difesa del Brema. Spettacolare lo stacco di Trochowsky in occasione del gol, sospeso in aria indirizza il pallone all’incrocio dei pali.
Nell’altra semifinale in terra di Ucraina vince la noia, la posta in palio è alta e a risentirne è lo spettacolo. A sorridere alla fine è lo Shakhtar di Mircea Lucescu che grazie al gol di Fernandinho esce indenne dal Lobanovskij di Kiev,conquistando un pezzo di finale. Per la Dinamo il gol del vantaggio era arrivato su autorete di Chygrynskiy.

WERDER BREMA-AMBURGO 0-1 (28’ Trochowsky)
Werder Brema (4-3-1-2): Wiese, Fritz (84 Prodl), Mertesacker, Naldo, Boenisch, Frings, Tziolis, Ozil, Diego, Almeida  (61’ Rosenberg), Pizarro.  A disposizione: Mielitz, Tosic, Baumann, Vranjes, Harnik. All: Tomas Schaaf
Amburgo(4-4-2): Rost, Demel , Gravgaard, Mathijsen,  Aogo (79’ Benjamin), Jarolim, Alex Silva (75’ Boateng), Pitroipa, Trochowsky, Guerrero, Olic (91’ Torun). A disposizione: Hesl, Choupo-Moting, Ndjeng, Rincon. All: Martin Jol
Arbitro: Howard Webb (Ing)
Ammoniti: Tziolis (W), Aogo (A), Alex Silva (A), Guerrero (A)

DINAMO KIEV – SHAKHTAR DONETSK 1-1 (21′ aut. Chygrynskiy,68’Fernandinho)
Dinamo Kiev (4-4-2): Bogush; Betao, Sabljic, Yussuf, El Kaddouri; Correa (37′ st Cernat), Vukojevic, Aliyev, Ninkovic; Bangoura (1′ st Ghioane), Milevskiy. All. Semin.
Shakhtar (4-2-3-1): Pyatov; Srna, Kucher, Chygrynskiy, Rat; Hubschman, Duljaj; Ilsinho (11′ st Willian), Jadson (31′ st Lewandowski), Fernandinho; Luiz Adriano (1′ st Gladkiy). All. Lucescu.
Arbitro: Konrad Plautz
Ammoniti Vukojevic, Kucher e Correa per gioco falloso.

Articolo precedenteI Pronostici del Pallonaro:serie B 38 Giornata
Articolo successivoAl “Guido D’Ippolito” di Lamezia va in scena il match d’Eccellenza
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO