Serie A: Fiorentina – Roma, le interviste

0
367

I commenti dei protagonisti al termine di Fiorentina – Roma 0-1

FIORENTINA

Prandelli: “Il calcio è spietato, bisogna accettare il risultato ma con la consapevolezza di aver offerto una prestazione straordinaria. I ragazzi devono continuare a lavorare con questa convinzione di fare, perchè alla fine arriverà anche un po’ do fortuna. La squadra ha manovrato, ha creato ampiezza, ha fatto di tutto per vincere la partita poi su un calcio da fermo abbiamo perso una marcatura e nel calcio lo paghi. Montolivo? E’ in crescita sotto tanti punti di vista. Ha fatto giocate importanti ed è un centrocampista moderno. Al centro si esprime al massimo, in quella posizione sta trovando continuità e qualità. Deve solo cercare di più la porta, perchè ha anche un gran tiro. Le occasioni mancate? Siamo un poì troppo frenetici, la stanchezza non c’entra niente. Dobbiamo lavorare pensando alla prestazione, anche se non è facile. Esasperemo ancora di più il concetto di gioco. Sono convinto che ce la faremo anche quest’anno”.

Montolivo: “Siamo molto delusi perchè oggi abbiamo fatto tutto quello che una squadra deve fare per vincere. Perdere una partita così ha dell’incredibile. Io leader? Ormai non sono più giovane, sono arrivati ragazzi giovanissimi e a me questo ruolo sta benissimo. Anche come posizione in campo. Devo migliorare nelle conclusioni, il mister ha ragione, è un mio piccolo limite sul quale devo lavorare. De Silvestri voleva far goal a tutti i costi perchè è laziale, e non era lucido. Ci sta. La Nazionale? E’ un sogno per me poter andare al Mondiale, penso di essere sotto osservazione poi vedremo cosa deciderà Lippi”.

Della Valle: “Noi andiamo in campo ogni volta per giocarci la Champions, siamo sempre in lotta per tutti e noi ci crediamo. Oggi la squadra ha tirato fuori il carattere e la risposta c’è stata. Prandelli rimarrà anche il prossimo anno in casa viola, non penso questo sia un problema. E’ un mese duro febbraio ma i conti si faranno a fine mese, dobbiamo essere sereni, potevamo fare una super vittoria ma non ci siamo riusciti”.

ROMA

Ranieri: “Capisco che i media vogliono trovare un’anti Inter ma non esiste. I nerazzurri sono troppo più forti. Voglio fare grandi complimenti alla Fiorentina perchè mai nessuno ci ha mai tirato così tanto in porta. Sapevamo che sarebbe stata durissima perchè loro volevano vincere, erano carichi e ci hanno messo in crisi. Va sottolineata la prova di Julio Sergio, di Vucinic e di De Rossi che non hanno mai mollato. Sapevamo che fino in fondo potevamo vincere. Ovviamente un pizzico di fortuna ci ha aiutato, ma in questi momenti è importante raccogliere. Io sono venuto alla Roma molto volentieri, stavamo messi male ma con il lavoro, con la voglia ci siamo messi a lavorare e i risultati ci stanno dando ragione. Il record di risultati? Fa piacere ma non ci penso”.

De Rossi: “Siamo stati bravi e anche fortunati oggi. Questa è una vittoria che ci da morale per proseguire a correre. Lo scontro diretto con l’Inter? No, lo scontro diretto è con il Milan, poi vedremo quando arriveremo alla partita con i nerazzurri come saremo messi. La rimonta è nata da un grande lavoro, poi ci sono partite dove ti gira tutto bene come stasera, ma la fortuna va anche cercata. Stiamo bene, fisicamente e mentalmente. In questo momento va tutto benissimo. L’Inter? Noi non la guardiamo, abbiamo rimontato su tutti, anche su loro ma il loro passo è incredibile. Oggi però i risultati per noi sono stati tutti positivi. Sapevamo che la Fiorentina c’avrebbe aggredito, però in campo non era facile. Loro sono una grandissima squadra anche se in classifica sono un po’ più in basso rispetto agli altri anni”.

Julio Sergio: “Abbiamo fatto un grandissimo gioco di squadra. E’ stata un partita difficile, loro hanno giocato molto bene, ma noi grazie ad un calcio fermo siamo riusciti ad vincere. E’ importante. Siamo contenti. Abbiamo giocato 95′ senza mollare mai. Non possiamo mollare mai. L’Inter è molto avanti. Noi dobbiamo fare sempre bene senza guardare agli altri”.

Montali: “Il merito è tutto della squadra e dello staff tecnico. L’allenatore sta facendo un lavoro straordinario ma dietro di lui c’è un gruppo di lavoro incredibile. Sia la società che l’area tecnica si sta esprimendo al massimo. Lo Scudetto? I tifosi possono e devono sognare, noi dobbiamo pensare a lavorare sodo. Questa è una squadra speciale fatta da giocatori speciali. Abbiamo recuperato grande autostima e i risultati si vedono”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here