Serie A: Juventus – Genoa 3-2. Le interviste

0
381

Alessandro Del Piero: “Questa partita vale tantissimo anche se ogni partita è uno spartiacque nella situazione in cui siamo, ora era importante vincere, per il morale; speriamo rientri presto gente dall’infermeria che ci servono. Abbiamo sofferto tanto e continuiamo a soffrire perchè non abbiamo certo risolto i problemi con questa vittoria. Questa è stata la mia miglior partita quest’anno, la presenza di mio figlio in tribuna ha portato bene? non è la prima volta che viene mio figlio allo stadio”


Alberto Zaccheroni:
“Dopo i primi venti minuti abbiamo cominciato a giocare meglio, a trovare più spazi sulla fasce e a servire meglio i nostri attaccanti. Tra gli aspetti positivi va sottolineata la spregiudicatezza che è venuta fuori a partire dal ventesimo, un comportamento che forse prima mancava, è la terza volta che la Juventus rimonta, è successo con la Fiorentina nella gestione precedente, a Livorno nella scorsa giornata ed oggi abbiamo ribaltato il risultato in due occasioni, sembra che qualcosa stia cambiando. Quando prendi gol come il secondo, solitamente questa squadra abbassava la testa, oggi invece è stata in grado di rialzarsi subito ed ottenere la vittoria. Avevamo bisogno di concedere maggiore spazio agli attaccanti, in settimana avevo già detto di non dare tutte le colpe alle punte. Se non li sosteniamo, consentendo loro di agire più liberamente, diventa più difficile per tutti far gol. Oggi qualche spazio in più si è creato grazie all’abilità degli esterni con Caceres a destra e De Ceglie a sinistra. La Juventus ha un organico di tutto rispetto, a questa squadra è sicuramente mancata fino a questo momento quell’autostima legata alla striscia di risultati negativi”.

Giampiero Gasperini:
“Siamo stati sfortunati a non chiudere il primo tempo in vantaggio. Abbiamo concesso poco alla Juve di tirare e dopo il loro gol del 2 a 1 c’è stata una reazione immediata. Il risultato finale ci lascia molto rammarico perché avremmo meritato di più”.
Intervenendo sul rigore assegnato a Del Piero, che di fatto a chiuso la partita, Gasperini ha spiegato che “fa molta rabbia, è chiaramente e fuori area. L’elemento certo è che sia stata una furbata, che ha determinato il risultato. Abbiamo perso ma non meritavamo di perdere, l’unico episodio è stato questo e basta e ora cerchiamo di ripartire”.

“Abbiamo giocato con il 4-4-2 perché in quel momento avevo solo Primavera in panchina. Credo che abbiamo tenuto bene il campo: la Juve ha avuto tante punizioni, ma fatico a ricordare giocatori bianconeri che si siano liberati al tiro. Peccato, sarebbe stato un risultato fondamentale per la nostra classifica e avrebbe rìdato continuità alla nostra striscia di risultati”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here