Spy story in Inghilterra, la Federcalcio trema

0
331

Nuovo problema per Fabio Capello e la Federazione di calcio dell’Inghilterra: dopo gli scandali che hanno coinvolto John Terry ex capitano dei leoni inglesi, che ha perso la fascia per la questione della relazione con la fidanzata di Wayne Bridge, e le scappatelle di Ashley Cole, spunta una nuova, spinosa questione.
Infatti nell’albergo dove alloggiavano i giocatori e lo staff tecnico inglese prima dell’ultima amichevole con l’Egitto (il Grove Hotel, albergo nell’Hertfordshire) sono stati trovati vari microfoni spia.
E’ possibile, scrive il Times, che qualcuno abbia quindi registrato segretamente almeno 6 ore di conversazione tra Capello, lo staff tecnico e la squadra, su vari temi come i premi partita per il mondiale di questa estate in Sud Africa, i moduli tattici da adottare contro l’Egitto e in generale nella preparazione per i mondiali, e perfino commenti e pettegolezzi sulle scappatelle sessuali che hanno visto coinvolti negli ultimi tempi John Terry e Ashley Cole.
Ancora non si ha idea di chi può aver messo le “cimici” ma le strade battute sono 3: una nazionale concorrente ai Mondiali, oppure qualche giornalista di un non precisato tabloid britannico in cerca di clamorosi scoop. Terza ipotesi invece che qualcuno, tra il personale dell’albergo o tra chi lo frequenta, abbia pensato di nascondere i microfoni per poi offrirne il contenuto a un giornale, in cambio di una grossa somma di denaro.
Il contenuto delle telefonate viene definito da qualche ben informato come “dinamite” e quindi la Federcalcio ha iniziato a prendere provvedimenti: inchiesta per scoprire chi ha piazzato i microfoni spia e lettere ai tabloid con l’avvertimento di non pubblicare il materiale delle registrazioni, se qualcuno glielo avesse offerto, sostenendo che si tratterebbe di una grave violazione della privacy e che verrebbe perseguita per vie legali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here