Super Aprilia a Phillip Island. Vincono Guintoli e Laverty

0
1330
Sylvain Guintoli e Eugene Laverty
Sylvain Guintoli e Eugene Laverty © Quinn Rooney/Getty Images

Grande inizio di stagione per l’Aprilia che nel Gran Premio inaugurale della stagione Superbike ha piazzato una fantastica doppietta dimostrando di essere a tutti gli effetti la moto da battere. Sul circuito di Phillip Island valevole per il GP d’Australia il team campione del mondo ha piazzato sul gradino più alto del podio i due piloti ufficiali, rispettivamente Sylvain Guintoli in gara 1 e Eugene Laverty in gara 2 iniziando questo campionato 2013 come meglio non poteva nonostante l’addio del campione del mondo in carica Max Biaggi passato come commentatore sulle reti televisive di Mediaset. A completare una giornata da ricordare per il team di Noale ci ha pensato Michel Fabrizio, terzo nella prima manche e quarto nella seconda.

In gara 1 l’ ha spuntata Guintoli che al suo esordio sulla Rsv4 proprio al posto del campione romano ha avuto la meglio sul compagno di team dopo una splendida rimonta. Laverty dopo aver preso un vantaggio abbastanza incoraggiante nelle battute iniziali di gara è stato raggiunto dal francese che dopo un principio di bagarre ha preso facilmente il largo andando a tagliare il traguardo in assoluta sicurezza. Il nordirlandese invece ha avuto il suo bel da fare per contenere nel finale gli attacchi di Michel Fabrizio che per soli 7 millesimi non è riuscito a salire sul secondo gradino del podio. Fantastica comunque la “tripletta ” del team italiano che ha piazzato tre moto nelle prime tre posizioni. Al quarto posto Chaz Davies con la Bmw ha preceduto le due Kawasaki di uno spento Tom Sykes, da cui ci si aspettava sicuramente di più, e Loris Baz. Giornata sfortunata per Marco Melandri che poco dopo metà gara è stato messo fuori giococ da Carlos Checa alla “Honda Corner”. Il centauro spagnolo ha calcolato male i tempi della frenata centrando in pieno il posteriore della Bmw ponendo cosi fine alle rispettive gare. El Toro è stato successivamente trasportato in ospedale a causa del violento impatto con l’asfalto nella caduta che gli ha impedito di partecipare alla seconda manche, ma per fortuna non ha riportato conseguenze fisiche serie, . Ritiro anche per Davide Giugliano, passato all’Aprilia del team Althea, e rimasto appiedato dalla sua Rsv4.

Sylvain Guintoli e Eugene Laverty
Sylvain Guintoli e Eugene Laverty © Quinn Rooney/Getty Images

Il copione non è poi cambiato in gara 2 con le due Aprilia sempre a fare l’andatura e fare il vuoto dietro, ma questa volta le posizioni sul gradino più alto del podio si sono invertite con Laverty che alla fine ha avuto la meglio sul compagno di squadra Guintoli che si è dovuto accontentare della seconda posizione. I due piloti di casa A prilia si trovano ora in vetta alla classifica del Mondiale entrrambi con 45 punti, davanti a Michel Fabrizio che nella seconda manche non è riuscito ad avere la meglio su Melandri che nonostante l’ennesima botta alla spalla è riuscito a conquistare un eroico terzo posto. Sykes completa il suo week-end australiano con due deludenti quinti posti manifestando i soliti problemi di usura gomme della Kawasaki presenti nella maggior parte delle volte anche nella scorsa stagione. Il compagno di squadra Loris Baz ha invece rimediato la frattura del piede in una caduta che ha coinvolto anche Chaz Davies. Sesta posizione per Giugliano che dopo il ritiro di gara 1 ha chiuso alle spalle del britannico della Kawasaki.

CLASSIFICA PILOTI: Guintoli 45, Laverty 45, Fabrizio 29, Sykes 22, Melandri16, Rea 16, Haslam 15, Cluzel 14, Camier 14, Davies 13, Neukirchner 11, Baz 10, Giugliano 1o, Allerton 6, Clementi 4, Lundh 4, Stauffer 4, Sandi 2

CLASSIFICA COSTRUTTORI: Aprilia 129, Bmw 39, Kawasaki 38, Honda 35, Suzuki 28, Ducati 11

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here