Torino: ecco il volto e i programmi di mister x

0
313

Si chiama Raffaele Ciucariello, è nato a Nucera il 17/2/1941 ed è un imprenditore pugliese che opera nel campo della ristorazione. Stiamo parlando del famoso Mister X che aveva annunciato un’offerta a Urbano Cairo – offerta tra l’altro già rifiutata – per l’acquisto del Torino. L’identità dell’uomo, che ha ereditato una grossa somma e intenderebbe investirne parte per acquisire il club granata, è stata svelata dai suoi avvocati.

Tra i punti del suo programma, oltre alla costruzione di uno stadio che ospiti solo il Torino e la conquista di un posto in Europa, c’è la cacciata di Walter Novellino.

Ciuccariello vive da 40 anni a Torino ed è un grande tifoso del club granata. L’avvocato Porta, il legale che ha avuto l’incarico di trattare l’acquisizione del club, lo ha presentato così: “E’ una squadra che lui ama da molto tempo, una persona assolutamente affidabile, che ha lavorato moltissimo anche all’estero, sempre nel campo della ristorazione. E’ un appassionato di calcio, tifoso del Toro, e ha preso questa decisione per questa sua passione“.

La ricchezza dell’imprenditore pugliese sarebbe frutto di un’eredità di 600 milioni (in immobili, liquidi e titoli) su cui avrebbe messo le mani dopo aver vinto una causa di riconoscimento di paternità. La parte del suo patrimonio che vorrebbe investire nel Torino si aggirerebbe attorno ai 100 milioni.

Questo i punti principali del suo programma:
– Rafforzare la squadra per ottenere l’ingresso nello scacchiere europeo
– In caso di retrocessione una rapida risalita in serie A
– Riasseto della struttura societaria con uomini affidabili
– Rafforzamento del settore giovanile
– Uno stadio nuovo per il Toro ma nessuna promessa sul Filadelfia
– Una squadra e un ambiente frequentabile dalle famiglie
– Il numero 12 sulle spalle della curva Maratona

fonte:sportmediaset

CONDIVIDI
Articolo precedenteScommesse: i pronostici del pallonaro
Articolo successivoViareggio:Reggina-Roma 3-0
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here