Udinese-Fiorentina: le pagelle

0
421

Sconfitta senza appello per i Viola, battuti al Friuli da una buona e cinica Udinese, che non patisce la stanchezza degli impegni europei del Giovedì ed inanella la terza vittoria in tre partite, che gli vale il primo posto in classifica, a sei punti e la consapevolezza di una maturità che pare, ormai, pienamente raggiunta.

In casa Viola, invece, grande delusione per la fragilità mostrata dall’ organico, forse turbato anche dal clima di ostilità fra Riccardo Montolivo e la dirigenza, a causa del mancato rinnovo contrattuale. Una regressione rispetto alla vittoria della scorsa settimana.

Le pagelle:

Udinese:
Handanovic 6.
Poco impegnato, partita in sostanziale tranquillità, soltanto ordinaria amministrazione. Non colpevole sull’uscita che vale l’ infortunio a Gilardino

Benatia 6.5. Sicurezza e lucidità.

Danilo 6.5. Gara importante, dà equilibrio al reparto

Domizzi 6.5. Sostanza e concretezza: si riconferma importante per l’Udinese

Basta 6. Gara sufficiente.

Isla 7. Autore di un’ottima gara e di un bel gol in diagonale che vale il raddoppio e la sicurezza dei tre punti. Per il resto, sempre vivace e nel vivo del gioco.

Pinzi 6.5.
Nel vivo del gioco, attento ed ordinato, dà equilibrio alla manovra.

Asamoah 6.
La sua intensità di gioco gli consente di recuperare palloni importanti, anche se a volte risulta impreciso. Sostituito da Badu

Pasquale 6.
Qualche buona iniziativa. Sostituito da Armero al 42′ del primo tempo.

Torje 6.5. Pericoloso e vivace, un buon inizio di stagione per lui, che pur aveva il difficile compito di raccogliere l’eredita del ninho Sanchez. Buone iniziative sugli esterni, sfruttando la buona velicità.

Di Natale 7,5. Freddo e preciso, come sempre, dagli undici metri. Il rigore gli consente di firmare il terzo gol in tre partite. Il migliore in campo in assoluto, come spesso gli capita.

Fiorentina:

Boruc 6. Non può nulla sul rigore di Di Natale, nè sul gol di Isla in diagonale, evita il terzo gol con un buon intervento su Di Natale.

Cassani 5.5. Non incide particolarmente, troppo timido.

Gamberini 5. Colpevole del fallo di mano che dopo soli sei minuti di gioco mette in salita la gara della squadra con il rigore realizzato da Di Natale. In seguito, ancora incertezza e fragilità insieme all’ intero reparto.

Natali 5. Soffre molto la presenza di Torje e la velocità di Di Natale

Pasqual 5.5. Meglio in fase di spinta che di difesa, incerto.

Beherami 5. Nervoso ed insicuro, e ciò gli costa anche l’ammonizione nel finale.

Montolivo 4.5. Turbato e nervoso, anche a causa delle vicende che lo riguardano, sfiora il gol ma è un suo tocco involontario a dare l’ input al gol del raddoppio di Isla. Ammonito per frustrazione e poi sostituito inevitabilmente da Vargas, che riesce ad incidere in positivo sulla gara.

Kharja 5.5. Non pervenuto, lento e impreciso

Cerci 6. Sufficienza per l’ impegno, è il migliore dei suoi, l’ unico che crea qualche pericolo e che sfiora il pareggio. Sostituito da Santiago Silva nel secondo tempo.

Gilardino 5.5. E’ isolato per gran parte della gara. Poi si infortuna, ma fortunatamente in maniera meno grave di quanto si temeva a caldo. Al suo posto, Munari non incide sulla gara.

Jovetic 5. Non è ancora incisivo, e la sua condizione non è ottimale: confuso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here