Ufficiale, Bojan alla Roma ma il contratto è un giallo

0
526

“L’A.S. Roma S.p.A. rende noto di aver sottoscritto con il Barcellona FC il contratto per l’acquisizione a titolo definitivo dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore Bojan Krkic Perez, a fronte di un corrispettivo di 12 milioni di euro, da pagarsi il 1 luglio 2013″. Leggendo la prima parte del comunicato stampa con cui l’AS Roma annuncia l’acquisto di Bojan Krkic in molti pensano ad un affare sicuro. Un prodotto della cantera, giovane e con grandi potenzialità non può che fare le fortune della nuova cordata americana portando in organico potenzialmente una futura bandiera o comunque un giocatore che in futuro potrà generare una buona plusvalenza. Il comunicato però continua ed è ricca di cavilli di non facile interpretazione. Siete sicuri che la Roma punti davvero su Bojan? Leggiamo insieme “Nell’ambito degli accordi raggiunti è prevista la concessione in esclusiva in favore del Barcellona di un diritto di opzione per il riacquisto dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore, da esercitarsi al termine della stagione sportiva 2011/2012 o 2012/2013, con effetti a decorrere dalla stagione sportiva successiva, a fronte del riconoscimento in favore di A.S. Roma di un corrispettivo rispettivamente pari a 17 e a 13 milioni di euro, da pagarsi in due rate di pari ammontare, al 31 gennaio e al 31 maggio 2014, previa compensazione del relativo credito”.

© Jaime Reina/Getty Images
In parole povere è un prestito. La Roma valorizzerà un prodotto catalano per poi farne ritorno alla base, il comunicato infatti recita che “Tale opzione di riacquisto assume carattere obbligatorio per il Barcellona per la seconda stagione sportiva”. Tuttavia, “atteso tale carattere obbligatorio, è prevista la concessione da parte del Barcellona in favore di A.S. Roma di un diritto di contro opzione per mantenere la titolarità dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore, da esercitarsi entro il 20 giugno 2013, a fronte del riconoscimento di un ulteriore corrispettivo di 28 milioni di euro, da pagarsi in tre rate di pari ammontare, al 1 luglio 2013, al 31 gennaio 2014 e al 31 luglio 2014”. Sicuramente il Barcellona dopo essersi rimasto scottato dalla cessione di Ibra rimettendoci con una esosa minusvalenza si è voluta cautelare. Ma onestamente vedo l’operazione molto conveniente per i catalani e un escamotage per la Roma di aver un giocatore di appeal senza spender un euro. A questo punto si intuisce il perchè la trattativa è stata lunga e tortuosa e allo stesso tempo le perplessità sulla nascente nuova Roma non fanno che trovare un nuovo appiglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here