Vancouver 2010: deludono Fabris e Piller Cottrer, sfotunata la Schnarf

0
244

Altra giornata di magra per i colori azzurri alle Olimpiadi invernali di Vancouver. C’era attesa per il riscatto di Enrico Fabris nella gara individuale di pattinaggio su pista nei 1500, gara che lo vedeva campione olimpico in carica, ma il nostro azzurro non va oltre il decimo tempo lontanissimo dai tempi di testa. L’oro va all’olandese Mark Tuitert che precede lo statunitense Shani Davis (argento) e il norvegese Havard Bokko (bronzo). Buona la gara dell’altro azzurro in gara, Anesi chiude con il dodicesimo tempo.

Non arriva nemmeno dal fondo l’acuto azzurro dove i favoriti azzurri Di Centa e Piller Cottrer non vanno oltre il 12° e 14° tempo, per un presunto errore nella scelta degli sci. Va allo svedese Marcus Hellner, medaglia d’argento al tedesco Tobias Angerer, bronzo all’altro svedese Johan Olsson.

Sfiora l’impresa Johanna Schnarf, l’azzurra alle Olimpiadi solo per l’infortunio alla Franchini, fa una discesa sempre all’attacco fermandosi a soli undici centesimi dal podio. L’oro va alla Fischbacher che si piazza davanti alla slovena Tina Maze, bronzo alla statunitense Vonn.

Articolo precedenteInter – Sampdoria 0-0, le pagelle
Articolo successivoGermania: le Olimpiadi di slittino in mutande
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO