Vuelta, capolavoro Nibali, vince Sagan. Chavanel sempre in rosso

0
336

Doveva essere una frazione tranquilla, la sesta, adatta alle ruote veloci ed invece ecco il capolavoro tattico e di squadra orchestrato dalla liquigas che porta Peter Sagan a vincere la tappa e a Vincenzo Nibali a guadagnare preziosi secondi sui diretti avversari. La tappa è vissuta su due fughe, la prima, neutralizzata dalla Leopard di Daniele Bennati e la seconda con Moncoutié, Tony Martin, De la Fuente e Devenyns che si erano avvantaggiati  sull’Alto del Cartonce, neutralizzata proprio dalla Liquigas e dal suo capitano, Vincenzo Nibali.

©JOSE JORDAN/AFP/Getty Images
Lo squalo dello stretto si mette proprio in prima persona, in una discesa molto tecnica, a forzare davanti il gruppo portandosi dietro i compagni di squadra Valerio Agnoli, Eros Capecchi e Peter Sagan con Pablo Lastras unico intruso. Dietro i big tentano una rimonta comunque vana con lo slovacco che vince lo sprint e con Nibali che, purtroppo, non riesce a prendere l’abbuono ma che sicuramente manda un segnale importante a tutti i pretendenti per la vittoria finale. La maglia rossa è rimasta sulle spalle di Chavanel che nelle prime fasi di corsa si è reso protagonista addirittura di un tentativo di fuga e che nel finale assieme a Rodriguez è stato tra i più attivi nell’inseguimento di Nibali, arrivando nel primo gruppo inseguitore. Domani arrivo a Talavera de la Reina 183 km dopo la partenza da Almaden. É una delle pochissime tappe senza neppure un gpm, si spera in uno sprint anche perché da sabato già si ricomincerà a salire. Ordine d’ arrivo

1 Peter Sagan Svk
2 Pablo Lastras Spa
3 Valerio Agnoli Ita
4 Vincenzo Nibali Ita
5 Eros Capecchi Ita
6 Jakob Fuglsang Den
7 Joaquim Rodriguez Spa
8 Marzio Bruseghin Ita
9 David Moncoutiè Fra
10 Sylvain Chavanel Fra

Classifica Generale

1 Sylvain Chavanel
2 Daniel Moreno 15”
3 Vincenzo Nibali 16”
4 Joaquim Rodriguez 23”
5 Jakob Fuglsang 25”
6 Fredrik Kessiakoff 41”
7 Maxime Monfort 44”
8 Jurgen Van Den Broek 49”
9 Sergio Pardilla 49”
10 Marzio Bruseghin 52”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here