Juventus, in arrivo il figlio di Bebeto. Ecco Mattheus Oliveira

0
1353
La Juve acquista il figlio di Bebeto, Mattheus Oliveira © ALEJANDRO PAGNI/AFP/Getty Images

I figli d’arte, croce e delizia del calcio mondiale. Croce quando si è figli di campioni a livello mondiale, delizia quando il proprio genitori non ha ottenuto grossi risultati… La Juventus, in barba a questo dato di fatto (ma neanche più di tanto, la nostra è più una provocazione), ha chiuso l’acquisto del figlio di Bebeto, tale Mattheus Oliveira, talento brasiliano classe ’94 in arrivo dal Flamengo. Costo dell’operazione: circa 2 milioni di euro, vista la scadenza contrattuale a fine 2013 e le poche intenzioni da parte del giovane figlio d’arte di rinnovare il contratto con il club brasiliano. Adesso la nuova avventura a Torino, in una società che dopo le recenti brutte vicende su ‘calciopoli’ è riuscita a risollevarsi, tornando a dominare in ambito nazionale (attendiamo qualche mese per poter dire la stessa cosa sul fronte internazionale).

E il padre come ha preso la scelta del proprio figliolo? “Avrei preferito che rimanesse nel Flamengo, e quindi vicino a me, ma è andata così”. Uno dei pochi casi al mondo, dove il padre non interferisce sulle scelte del proprio erede…

La Juve acquista il figlio di Bebeto, Mattheus Oliveira © ALEJANDRO PAGNI/AFP/Getty Images
La Juve acquista il figlio di Bebeto, Mattheus Oliveira © ALEJANDRO PAGNI/AFP/Getty Images

L’operazione – Una trattativa nata ad ottobre e sviluppatasi improvvisamente nelle ultime ore, quando il Flamengo ha visto rifiutarsi l’ennesima offerta di rinnovo contrattuale proposta al giocatore. A quel punto l’affare con la Juventus ha subito un’impennata fino alla firma sul contratto di trasferimento dal club brasiliano a quello italiano con scadenza fra 5 anni.

Caratteristiche – Giocatore dai piedi ottimi e dalla discreta personalità, nonostante abbia giocato solamente 12 partite con la prima squadra (di cui 3 da titolare). Ma la caratteristica principale che salta all’occhio su Mattheus Oliveira è la capacità di giocare a testa alta, se dobbiamo fare un paragone, ci starebbe bene un “alla Pirlo”. Occhio, non stiamo dicendo che è un centrocampista come l’ex Milan. Mancino puro, centrocampista dal chiaro istinto offensivo, da il meglio di se fronte alla porta avversaria, grazie alla capacità di servire assist invitanti agli attaccanti. Discreto anche negli inserimenti senza palla.

La Juventus si conferma una delle poche società lungimiranti, anche grazie alla ritrovata serenità con la vittoria dell’ultimo campionato e il dominio dimostrato nella stagione attuale. Cercheremo di seguire da vicino la crescita di Mattheus Oliveiral’allievo supererà il maestro?

Ecco qualche giocata del 18enne Mattheus Oliveira

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here