Champions: la Fiorentina cade a Lione ma a preoccupare è la resa dei Della Valle

0
395

fratelli della valleUna discreta Fiorentina è costretta ad arrendersi di misura al Lione di Puel, decisiva la frettolosa espulsione di Gilardino per aver colpito con una gomitata un avversario in un corpo a corpo per conquistare un pallone che arrivava dalle retrovie. Partita senza tantissime emozioni per tutto il primo tempo, i francesi sono ben imbrigliati dalla difesa viola mentre Gilardino è costretto a lavorare da solo per l’incosistenza di Mutu schierato a sorpresa al posto di Jovetic. L’unico sussulto per il primo tempo è l’espulsione di un ingenuo Gilardino beccato con il gomito troppo alto su Toulalan.

Nella ripresa il Lione fa sentire l’uomo in piu costringendo alla difensiva la Fiorentina, Frey è costretto agli straordinari ma i viola sembrano tenere fino a quando il bosniaco Pjancic è lesto a metter in rete una corta respinta di Frey. Dopo il gol il Lione potrebbe dilagare, ma ancora Frey, tra l’81° e l’82° dice di no prima a Lisandro Lopez e poi a Delgado, ripetendosi ancora su Kallstrom a quattro minuti dalla fine.

La Fiorentina adesso è chiamata al pronto riscatto tra 15 giorni in casa contro il fortissimo LIverpool, mancherà Gilardino ma a preoccupare la tifoseria è la voce di una possibile cessione del club da parte dei Della Valle. E’ stato convocato un Cda straordinario per il 24 settembre e sembra che in quell’occasione Andrea Della Valle darà le dimissioni mentre da Firenze arrivano voci di un advisor incaricato di trovare imprenditori interessati a rilevare la società.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here