Conte “nuovo stadio rilancio per la mia Juve”

0
368
Antonio Conte ©Claudio Villa/Getty Images

Il grande giorno dell’inaugurazione dello stadio della Juventus è arrivato, e mister Antonio Conte, uno che – da giocatore prima, da capitano, e da tecnico oggi – i colori bianconeri li sente impressi a fuoco sulla pelle, non può sottrarsi dal commentare un’occasione tanto importante e speciale. Un evento che verrà ricordato, e che vorrebbe segnare un confine netto fra le stagioni di “costruzione” e di transizione, e quelle del rilancio, del ritorno ai fasti del passato, almeno nelle intenzioni di inizio stagione.

Antonio Conte ©Claudio Villa/Getty Images
Il nuovo stadio, secondo mister Conte, è il nuovo che avanza in Italia, ma anche una scommessa o, meglio, un esame, per la società e per i tifosi: è necessario, infatti, un cambio di mentalità nei comportamenti da stadio, sul modello inglese, in primis per la mancanza di protezioni fra gli spalti ed il terreno di gioco, con una distanza davvero ridotta, di soli 7,5 metri. I tifosi, dunque, saranno protagonisti di questa nuova pagina della storia bianconera, e Conte li invita a “stare dalla nostra parte”, poichè solo così la vicinanza dei tifosi al campo di gioco potrà essere tramutato in un grande vantaggio per la squadra ed in uno svantaggio per gli avversari, come accade negli stadi inglesi, in cui il fattore campo è tradizionalmente un elemento molto rilevante. Ecco perchè, in tal caso, secondo mister Conte, “il nuovo stadio ci darà una mano”. Tante aspettative e tanti buoni propositi, però, conducono inevitabilmente a tante responsabilità per il nuovo mister: Conte lo sa bene, ne è perfettamente consapevole e non ha alcuna intenzione di sottrarsi alle sue responsabilità: anzi, si definisce onorato di poter dimostrare qualcosa di importante sulla panchina della sua Juve, a casa sua, un’ esperienza che sarà certamente “diversa e speciale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here