Coppa Italia, la Triestina elimina il Pescara ai calci di rigore (11-12)

0
387

Una interminabile sequenza di rigori cui pone fine solo un errore di Marco Sansovini dopo 11 tiri per parte regala vittoria e qualificazione alla Triestina ai danni di un Pescara bello ma sciupone. Sotto di due reti grazie al penalty nel primo tempo griffato Princivalli e al raddoppio siglato da Godeas nella ripresa, i biancazzurri rimediano nel finale dei tempi regolamentari con una doppietta dello scatenato Insigne (8’ e 93’) me nei supplementari non riescono a tramutare il proprio forcing nella rete decisiva.

Pesa come un macigno l’errore duplice dal dischetto di capitan Sansovini: non solo la traversa nella sequenza finale, ma anche il calcio di rigore sbagliato nel primo tempo quando il risultato era ancora sullo 0-0. Ora gli alabardati, dopo aver eliminato nel primo turno il Voghera, faranno visita al Novara il 21 Agosto per continuare nel proprio sogno.

La cronaca. Minuti regolamentari. Al 15’ rigore decretato dall’arbitro Nasca in favore del Pescara: è Pani in ripiegamento difensivo ad affossare Petterini, ma dal dischetto Sansovini trova l’opposizione vincente di Viotti. Rigore sbagliato, dunque, e partita che resta sullo 0-0.. Al 29’, episodio chiave in favore della Triestina: un lancio a scavalcare la difesa fa trovare Cisotti di fronte a Pinsoglio che lo abbatte. L’arbitro Nasca non ha dubbi nel decretare la massima punizione e dal dischetto Princivalli non sbaglia: Triestina in vantaggio e doccia gelata per il numeroso pubblico di fede biancazzurra presente sugli spalti (6150 i tagliandi venduti per la gara). Al 41’ è il palo a strozzare l’urlo di gioia in gola a Damiano Zanon il cui tiro-cross non trova nessun compagno pronto alla deviazione prima e dopo aver scheggiato il legno. Le squadre vanno al riposo con i biancazzurri sotto di una rete. al 76’, una bella iniziativa in dribbling di Bariti si conclude con una girata al volo di Godeas con Pinsoglio che devia in corner. Insigne immediatamente accorcia le distanze (82’), ottimamente smarcato da un assist di Giacomelli, e riapre il discorso qualificazione. La rimonta si concretizza dopo una manciata di minuti: lo scugnizzo Insigne al 93’ diventa l’idolo assoluto del pubblico biancazzurro estraendo dal suo magico cilindro uno shoot che si insacca nel sette e regala l’ormai insperato pari al Pescara. Tempi supplementari. Bariti al 7’ a rendersi insidiosissimo con un tiro a giro, dopo fuga palla al piede, che Pinsoglio devia sulla traversa: la palla respinta dal legno però non trova compagni pronti al tap-in vincente L’assalto finale biancazzurro non produce la rete che vale la qualificazione e si va alla lotteria dei calci di rigore (calciati sotto la curva Nord) che addirittura vanno ad oltranza. La sequenza dei rigori: Bariti gol, Sansovini gol, Godeas gol, Zanon gol, Princivalli gol, Verratti gol, De Vena gol, Insigne gol, Pezzi gol, Cascione gol, Viotti gol, Romagnoli gol, D’Ambrosio gol, Giacomelli gol, Villanovich parato, Capuano parato, Miani gol, Balzano gol, Cecchini gol, Pinsoglio gol, Bariti (2 rig) gol, Sansovini (2 rig) traversa.

Pescara-Triestina 11-12 dopo calci di rigore
Marcatori: 30’ Princivalli (T) su rig., 78’ Godeas (T), 82’ e 93’ Insigne (P)
Pescara: Pinsoglio, Zanon, Romagnoli, Capuano, Petterini (53’ Balzano), Nicco (53’ Verratti), Cascione, Togni, Sansovini, Maniero (70’ Giacomelli), Insigne. All. Zeman. A disp. Anania, Soddimo, Bocchetti, Lulli.
Triestina: Viotti, D’Ambrosio, Izzo, Pezzi, Cecchini, Bariti, Gissi (86’De Vena), Princivalli, Cisotti (65’ Miani), Pani, (57’ Villanovich) Godeas. All. Pavanel. A disp. Durandi, Danso, Mannini,Lionetti
Arbitro: Sig. Nasca di Bari, coadiuvato dagli assistenti Posado di Bari e Stallone di Foggia (IV Uomo: Albertini di Ascoli Piceno).
Ammoniti: Pezzi , Izzo, Viotti, Miani (T), Togni, Insigne (P)
Note: Sansovini (P) al 15’pt si vede respingere da Viotti un calcio di rigore. Spettatori 6150 per un incasso totale, escluso di prevendita, di 18488 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here