F1, immenso Alonso a Silverstone

0
462

In uno dei weekend più difficili per la Ferrari, come aveva annunciato lo stesso spagnolo, Fernando Alonso trionfa a Silverstone nel Gran Premio di Gran Bretagna al termine di una gara intensa e che ha regalato diverse emozioni iniziata sul bagnato e terminata sull’asciutto. E’ il successo numero uno in stagione per il due volte campione del mondo, a quasi 9 mesi di distanza dall’ultimo datato 24 ottobre 2010 in Corea, e il 27esimo in carriera che gli permette di raggiungere al quinto posto della classifica dei piloti che hanno ottenuto più vittorie in Formula 1 un grande del passato, il 3 volte campione iridato Jackie Stewart.  

© DIMITAR DILKOFF/AFP/Getty Images
Un’iniezione di fiducia per la Ferrari arrivata in una fase cruciale della stagione giunta quasi al giro di boa e che potrebbe riaccendere, anche se difficilmente, le speranze della scuderia di Marannello. Alle spalle del pilota di Oviedo il duo Red Bull Sebastian Vettel e Mark Webber che nelle ultime tornate ha tentato di attaccare il compagno di squadra inutilmente. Al tedesco dominatore del Mondiale è costato caro un inconveniente sulla posteriore sinistra durante il secondo pit stop che ha spalancato la porta alla vittoria di Alonso che una volta passato in testa alla corsa è volato via ritrovandosi anche come inaspettato alleato Lewis Hamilton che ha fatto da tappo al tedesco per una decina di giri consentendo a Fernando di acquisire un discreto margine di vantaggio. Hamilton poi, in evidente difficoltà con una McLaren non perfetta e reduce da una pessima qualifica che lo ha costretto a partire dalla decima posizione, è stato superato durante il terzo e ultimo pit stop da Vettel e in seguito anche da Webber riuscendo però a resistere all’assalto al quarto posto di Felipe Massa: i due infatti sono arrivati appaiati all’ultima staccata decisiva, dove c’è stato anche un contatto, e hanno tagliato il traguardo quasi ruota a ruota. Ritiro invece per l’altra McLaren di Jenson Button mentre era in quinta posizione: al pilota inglese è stato dimenticato di avvitare il bullone della ruota anteriore sinistra costringendolo al ritiro.   Sesto posto per Nico Rosberg, grande prestazione per Sergio Perez che giunge settimo al traguardo con la Sauber Ferrari mentre chiudono la top ten Nick Heidfeld, Michael Schumacher e Jaime Alguersuari. Prossimo appuntamento il 24 luglio al Nurburgring per il Gran Premio di Germania, poi una settimana più tardi il Grande Circus si sposterà all’Hungaroring. Ultime due chiamate per Ferrari e McLaren di avvicinarsi alla Red Bull nel caos dei regolamenti non chiari e che sono stati cambiati in continuazione in questo weekend.

ORDINE D’ARRIVO

Pos. Pilota Team Tempo
1. ALONSO FERRARI 1h28:41.194
2. VETTEL RED BULL RENAULT +16.511
3. WEBBER RED BULL RENAULT +16.947
4. HAMILTON McLAREN MERCEDES +28.986
5. MASSA FERRARI +29.010
6. ROSBERG MERCEDES +1:00.665
7. PEREZ SAUBER FERRARI +1:05.590
8. HEIDFELD RENAULT +1:15.542
9. SCHUMACHER MERCEDES +1:17.912
10. ALGUERSUARI TORO ROSSO FERRARI +1:19.108
11. SUTIL FORCE INDIA MERCEDES +1:19.712
12. PETROV RENAULT +1:20.600
13. BARRICHELLO WILLIAMS COSWORTH +1 GIRO
14. MALDONADO WILLIAMS COSWORTH +1 GIRO
15. DI RESTA FORCE INDIA MERCEDES +1 GIRO
16. GLOCK VIRGIN COSWORTH +2 GIRI
17. D’AMBROSIO VIRGIN COSWORTH +2 GIRI
18. LIUZZI HISPANIA COSWORTH +2 GIRI
19. RICCIARDO HISPANIA COSWORTH +3 GIRI
20. BUTTON McLAREN MERCEDES RIT
21. BUEMI TORO ROSSO FERRARI RIT
22. KOBAYASHI SAUBER FERRARI RIT
23. TRULLI LOTUS RENAULT RIT
24. KOVALAINEN LOTUS RENAULT RIT

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here