Fabrizio Failla, quando la fantasia supera la realtà

3
1064
Fabrizio Failla enfatizza cronaca in Fiorentina-Roma | foto dal web

Nella gara dei quarti di Coppa Italia disputata ieri allo Stadio Franchi tra Fiorentina e Roma, oltre alle cronache sportive legate all’impresa dei giallorossi di Zeman che hanno conquistato l’accesso alla semifinale, c’è un altro particolare di rilievo inerente alla cronaca del match, ma che trascende gli aspetti del campo. Parliamo della telecronaca dell’inviato da bordo campo per la Rai Fabrizio Failla che, dopo l’episodio della doppia espulsione diretta a Dodò e Cuadrado a seguito di uno scontro in campo tra i due, con tanto di spintoni dopo un fallo di gioco nel finale di gara. Ebbene, dopo l’espulsione, mentre i due guadagnavano la via che conduceva al tunnel degli spogliatoi, si è letteralmente “infuocato” il racconto di Failla.

Primariamente è bene, però, distinguere la realtà dal racconto: le telecamere hanno inquadrato l’uscita dal campo dei due espulsi, mentre continuavano a litigare verbalmente, con Dodò che inciampa su un cartellone pubblicitario ma non cade in terra, mentre uno degli steward presenti dietro ai tabelloni, avvicinatosi per cercare di placare gli animi, cade all’indietro, ma si rialza senza problemi.

Fabrizio Failla enfatizza cronaca in Fiorentina-Roma | foto dal web
Fabrizio Failla enfatizza cronaca in Fiorentina-Roma | foto dal web

Alla vista di ciò, il giornalista Rai, alzando non poco il tono della voce in senso enfatico ha iniziato a raccontare cosa stesse accadendo, adoperando termini quali “vergognoso, vergognoso” , sillabando l’aggettivo per sottolinearlo ancora di più, in riferimento al fatto che si fosse creato un parapiglia tra i giocatori delle due squadre, chiamando in causa il “tutti contro tutti”. In un primo momento, considerando che le telecamere Rai indugiassero con le riprese del campo di gioco senza inquadrare il “fuori campo” sembrava che la gravità dell’accaduto fosse corrispondente al racconto di Fabrizio Failla, che ha prontamente snocciolato anche un sermone sulla violenza in campo, sul messaggio negativo che trapelava dal comportamento dei due calciatori e sulle ripercussioni di ciò sulla violenza negli stadi.

Parole senza dubbio giuste e corrette in assoluto ma, probabilmente, non appropriate alla descrizione di un episodio di campo che Failla ha volutamente enfatizzato rispetto alla reale portata, “rimproverando” perfino il collega-telecronista Alberto Rimedio che, invece, aveva cercato di ridimensionare l’accaduto, adoperando la parola “scintille” per descrivere il litigio tra Dodò e Cuadrado all’entrata nel tunnel degli spogliatoi. A quel punto, dunque, rivolgendosi al collega Rimedio, Fabrizio Failla ha voluto ribadire: “Alberto, non chiamarle scintille, non chiamarle scintille, chiamiamole come è giusto che ci sia il termine, violenza pura”, precisando di “non aver mai visto in vita mia una cosa del genere, con i calciatori che devono scendere negli spogliatoi per evitare le botte fra due atleti”.

Il punto focale della questione, però, oltre alla decisa reprimenda dell’accaduto da parte di Fabrizio Failla è il fatto che, oltre ad esprimere “a caldo” e in diretta il suo giudizio personale sulla vicenda con le connesse implicazioni, agli occhi dello spettatore sarebbe stato preferibile e più efficace una cronaca “neutra” e dettagliata di cosa stava accadendo nello specifico, ancor di più perchè le telecamere – pochi secondi dopo – hanno letteralmente smentito il racconto di Failla, mostrando una situazione piuttosto “tranquilla”, con tanto di gesto d’intesa tra De Rossi e gli steward come a voler confermare che tutto era tornato alla normalità.

Allo stato dei fatti, dunque, per Fabrizio Failla la sua fantasia ha superato la realtà…

Video della cronaca di Fabrizio Failla in Fiorentina-Roma:

3 COMMENTI

  1. Ho letto vari articoli al riguardo (corredati sempre dal video) in lungo e in largo per il web. Vengono sempre riportate fedelmente le frasi sensazionalistiche di Failla e il fatto che abbia accentuato l’accaduto. In tutti questi articoli (compreso questo) poi viene detto che in realtà i due si sono semplicemente spintonati un po’, hanno litigato verbalmente, poi Cuadrado è inciampato su un cartellone senza cadere, lo steward è invece caduto perchè inciampato casualmente nei cartelloni, tutto infine si è subito placato e tra De Rossi e gli steward c’è stato un gesto d’intesa. A conferma di ciò viene poi riportato un video (sempre lo stesso identico video, indipendentemente da dove sia stato caricato, youtube et similia). Il problema è questo: o tutto in questi video avviene in angolini a margine dell’inqudratura e io son mezzo ciecato che non li vedo, oppure in questi video non si vede NULLA di tutto quello che invece dovrebbero testimoniare. Non voglio mettere in dubbio la buonafede di chi ha scritto questo e gli altri articoli trovati qua e là per il web, ma per quanto mi sforzi non vedo Cuadrado inciampare, non vedo lo steward che cade e si rialza prontamente illesso, non vedo il gesto di intesa tra De Rossi e gli steward (il gesto c’è, ma con un giocatore della Fiorentina). Perciò, o mi consigliate un buon oculista se ste robe nel video si vedono realmente e non le colgo solo io, oppure, se realmente nel video non si vede nulla di ciò, mi linkate un video dove si veda tutto quello che viene descritto a parole nei vari articoli; altrimenti stiamo parlando di fuffa.

  2. edit: finalmente sono riuscito a trovare il video dove si vede quanto è accaduto (è un video fatto col telefonino che riprende il televisore, per intenderci). Almeno mi son rassicurato che non ho problemi di vista! :-D

  3. è vergognoso come un telecronista del servizio pubblico sia così fazioso. Oltre all’aver oltremodo enfatizzato quello che effettivamente era successo in campo, il sig. Failla, durante le interviste del dopo partita, mentre intervistava Zeman si è messo a cercare
    Montella dopo aver fatto la domanda al tecnico giallorosso lasciandolo praticamente col microfono in mano in perfetto stile degli inviati delle IENE. Va bene essere faziosi ma almeno bisognerebbe avere rispetto oltre che per i tifosi, che sono ilsale di questo sport, quantomeno per le persone più anziane che ti hanno fatto una cortesia nel venire al tuo microfono. Dopo l’episodio con Totti e Conti, Failla si dimostra ancora una volta VER-GO-GNO-SO.
    Grande Zeman, continua così che dall’anno prossimo li annienteremo tutti, dai gobbi fino ai diavoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here