Juve con i piedi per terra

0
493

Una rondine non fa primavera e questo in casa Juve si sa, dopo la vittoria schiacciante in casa, nella nuova casa, contro un trasandato Parma, si sono riaccesi facili entusiasmi che molti, a partire da Conte stesso, hanno smorzato. Certo cominciare con il piede giusto e in una cornice come quella del nuovo stadio era cosa importante, ma da qui a pensare che tutti i problemi palesati dalla squadra nelle scorse annate siano spariti ce ne corre. Gli uomini dell’allenatore bianconero sono chiamati ad un duro compito che è quello di far ricominciare a vincere la Vecchia Signora, quello che i milioni di tifosi chiedono è soprattutto un impegno costante domenica dopo domenica, partita dopo partita.

©Claudio Villa/Getty Images
Archiviata dunque la prima di 38 finali, si pensa già al Siena, trasferta molto cara al neo tecnico juventino, che nella scorsa stagione ha raggiunto una meritata promozione in A con i bianconeri toscani, già in casa dei senesi la formazione della Juventus dovrebbe mutare più negli interpreti che sotto l’aspetto tattico, tenendo conto dell’indisponibilità dello squalificato De Ceglie dovrebbe esordire in questa stagione Fabio Grosso, anche se non è da escludere l’inserimento di Bonucci come centrale e lo spostamento di Chiellini sull’ out di sinistra. A centrocampo salvo novità dell’ultima ora confermatissimo il duo delle meraviglie Pirlo-Marchisio, con il sorprendente Vidal pronto ad entrare per portare maggior dinamismo all’azione d’attacco bianconera. Ma è la linea d’attacco che dovrebbe presentare le maggiori novità, ad essere confermati dovrebbero essere, infatti, solo Matri e Pepe, con il secondo dirottato sulla sinistra e Giaccherini a far spazio al rientrate Krasic, più volte messo in discussione dalla carta stampata, ma che nelle ultime ore il proprio procuratore ha pienamente confermato essere nei piani della Juve. A far coppia al centro dell’attacco con l’attaccante ex Cagliari ci sarà con ogni probabilità Vucinic recuperato dall’infortunio alla caviglia e pronto a sostituire un comunque ottimo capitan Del Piero. Una formazione quindi in parte rivoluzionata che però si presenterà all’Artemio Franchi di Siena per riconfermare quanto di buono fatto vedere nei 90′ della sfida contro i gialloblu di Colomba.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here