Juventus: dopo Elia, spunta Bocchetti

0
486
Salvatore Bocchetti | © Dmitry Korotayev/Epsilon/Getty Images

Sistemate le corsie esterne con l’arrivo di Elia richiestissimo da Antonio Conte, manca solo un tassello alla nuova Juve per completare il proprio mercato e nel frattempo, Marotta, dovrà disfarsi di quei giocatori che non rientrano più nei piani societari. Se in uscita i nomi sono sempre i soliti: Iaquinta, Amauri, Pepe e qualche giovane da mandare a  fare esperienza, come Sorensen e Pasquato. In entrata, invece, la rosa dei papabili si è ristretta a quattro: Bocchetti, Tasci, Gastaldello e Astori. Il nome più caldo al momento pare essere quello del difensore attualmente in forza al Rubin Kazan, che nei giorni scorsi era stato accostato al Napoli, ma dopo che i partenopei hanno virato su Fideleff dei Newell’s Old Boy, si è aperto uno spiraglio per un possibile inserimento della società bianconera, che ha fretta di chiudere dopo aver visto sfumare i diversi obiettivi che gli uomini di Agnelli si erano posti, da Lugano accasatosi al Psg di Leonardo, ad Alex non del tutto tramontato ma con le due società lontane dall’accordo.

©Dmitry Korotayev/Epsilon/Getty Images
Per quanto riguarda Gastaldello il discorso è stato solo abbozzato con il procuratore del giocatore, per il quale sarebbe un ritorno a casa, ma su cui Conte non pare contare tantissimo e che dunque sarebbe un ripiego. Discorso che non vale per Astori e Tasci, per il primo c’è da superare l’ostacolo Cellino, che ha riscattato il ragazzo ad inizio sessione del calciomercato dal Milan e pare non avere intenzione di privarsene, a meno che non arrivi un’offerta dignitosa e conoscendo i buoni rapporti fra le due società, dopo quella di Bocchetti, questa pare la pista più percorribile. Per il giovane Tasci, invece, si tratta di un discorso molto più complicato, l’interesse non è mai svanito del tutto, un’offerta vera e propria non è nemmeno mai partita dalla sede di Corso Galileo Ferraris in direzione Stoccarda. Di certo si sa che fra tutti i nomi che stanno circolando quello più vicino a vestire il bianconero anche l’anno prossimo è Bonucci, il difensore della Juventus, infatti, non pare entusiasta di trasferirsi in Russia e vorrebbe giocarsi le sue chance anche l’anno prossimo, magari per dimostrare di poter servire ancora la causa juventina.  Attenzione però a Marotta, che in questo mercato ha sorpreso molti con il suo modo di agire, piazzando due tre colpi inaspettati e chissà che non regali ad Antonio Conte quel top player su cui tanto si è discusso, un nome su tutti quel Simon Kjaer che è vicinissimo alla Roma, ma attualmente di proprietà del Wolfsburg, ma con il quale la società giallorossa non ha ancora trovato l’accordo e quindi l’operazione attualmente in fase di stallo. Staremo a vedere cosa regalerà questo intenso finale di mercato juventino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here