Mario Balotelli: “Amo Fanny e spero che Pia sia mia figlia”

0
1428
Mario Balotelli su Vanity Fair | © Vanity Fair

Cattura sempre le prime pagine dei quotidiani sportivi Mario Balotelli che anche ieri contro Malta ha trascinato l’Italia alla vittoria siglando entrambe le due reti che hanno permesso agli azzurri di mantenere il primato nel proprio girone eliminatorio per i mondiali in Brasile del 2014. Ma in questi giorni Super Mario ha conquistato anche altre copertine non solo sportive. Domani, 27 Marzo uscirà in edicola un’intervista esclusiva del calciatore per Vanity Fair, unico magazine a riuscire a parlare a 360° con Balotelli.

A Limido Comasco sanno già tutti dove vive il campione del Milan e della Nazionale. Basta seguire il rombo della sua Ferrari 458 Italia lungo le strade di campagna per arrivare dritto alla sua casa, una villa con parco, laghetto e piscina olimpionica interna che condivide con la sua nuova fiamma Fanny Robert Neguesha.

Da quando è tornato a Milano Super Mario ha fatto la gioia dei tifosi rossoneri – sette gol in sei gare – ma anche dei paparazzi, che non gli danno tregua per via delle sue “biricconate” ma anche e soprattutto per il suo rapporto con Raffaella Fico dalla quale avrebbe avuto una figlia e che, purtroppo, è sfociato in un caos mediatico e legale. Mario non ha ancora riconosciuto Pia, nata il 5 Dicembre scorso, ma mai prima d’ora il goleador ha liberamente parlato della piccola con un giornalista.

Ha una bambina che Raffaella Fico giura essere figlia sua. E lei non l’ha né vista né riconosciuta. Ci pensa?
Certo che penso alla bambina. Con la storia personale che ho avuto io (Mario, figlio di immigrati ghanesi, era un bambino con gravi problemi di salute quando è stato affidato ai Balotelli, bresciani, che poi l’hanno adottato, ndr), crede che la lascerei mai senza un padre? Se fino a oggi è accaduto, non è per colpa mia. Non sono una cattiva persona. Semmai, a volte, sono stato scioccamente troppo buono”. Ma che idea si è fatto: è sua figlia? “Vorrei conoscerla, e spero tanto che sia mia figlia. Non ho nessuna intenzione di scappare, anzi sarei davvero felice se fosse sangue del mio sangue. Però chiedo rispetto per una storia che non è facile come può sembrare: ci sono questioni legali delicate che vanno affrontate con serietà, per il bene di tutti, e non nelle interviste“.

Mario Balotelli su Vanity Fair | © Vanity Fair
Mario Balotelli su Vanity Fair | © Vanity Fair

Mario apre anche il suo cuore per la sua nuova fidanzata Fanny, raccontando con non poca timidezza i suoi sentimenti:

Sì, sono innamorato ma non sono bravo a raccontarlo. Mi frega la timidezza. Fanny è una ragazza decisa, sicura, generosa. In poco tempo, ha trovato una sintonia con me. Potrei passare anche tutta la vita con una così. Grazie a Fanny ho ritrovato l’equilibrio che serve al mio lavoro. Lei mette al primo posto il nostro rapporto, non ci sono nervosismi e distrazioni prima delle partite. Non è facile stare con me

Il calciatore racconta che i due si sono conosciuti a Bruxelles: “Un amico mi aveva detto: è la ragazza giusta per te. Ma viveva a Bruxelles, appunto. Ho provato un approccio a distanza da Manchester: telefonate, messaggi. Non funzionava. Ho preso un jet privato e sono andato a trovarla. Siamo andati a fumare il narghilé e abbiamo terminato la giornata nella hall del mio albergo, a chiacchierare. Lei si è presentata con un’amica, e anch’io sono arrivato accompagnato. In quattro è stato più facile rompere il ghiaccio“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here