Mauro Zarate all’attacco “A Roma a fare il pastore”

0
545
Continuano le frecciatine tra Zarate e la Lazio © Paolo Bruno/Getty Images

Anno nuovo, storie vecchie. I rapporti tra la Lazio e Mauro Zarate rimangono ai minimi storici. Da una parte c’è una società che ha investito tanto nell’argentino (circa 20 milioni di euro), dall’altra un giocatore che dopo il primo anno ad alto livello ha subito un lungo e graduale crollo dal punto di vista fisico e tecnico. Dribbling sbagliati, passaggi intercettati e pochi gol. A che serve alla Lazio un calciatore così? A nulla! Prima Reja, poi Petkovic l’hanno messo alla porta e neanche il prestito annuale all’Inter nella scorsa stagione è servito per ritrovare la brillantezza del campionato 2008-2009. Adesso le due parti sono pronte a dirsi addio e le varie frecciatine iniziano ad infastidire anche i tifosi che da qualche mese hanno deciso di abbandonare l’argentino.

Ma che ne sarà di Zarate? L’alto ingaggio, le prestazioni scadenti dell’ultimo periodo e Lotito sono gli ostacoli principali da superare per poter lasciare Roma.

Continuano le frecciatine tra Zarate e la Lazio © Paolo Bruno/Getty Images
Continuano le frecciatine tra Zarate e la Lazio © Paolo Bruno/Getty Images

Twitter“In partenza per Roma. A fare il pastore di Formello per un anno”. Questa la frase-frecciata, scritta da Zarate nel noto social network prima del suo rientro nella Capitale. La rottura sembra insanabile e l’addio del giocatore è certo. Petkovic non lo prende in considerazione e neanche con la cessione di Rocchi guadagnerà delle posizioni nelle gerarchie del tecnico.

Mercato – A questo punto l’argentino dovrà guardarsi attorno alla ricerca di una società che voglia puntare sulle sue qualità. Il Fenerbahce sembrerebbe interessato al giocatore, che non vorrebbe però trasferirsi in Turchia, in un campionato di livello medio-basso e dal poco clamore mediatico. Allora rimane l’opzione Genoa, con Enrico Preziosi pronto a recuperare Zarate dal punto di vista mentale. Resta da capire quanto possa essere fattibile come operazione, visto l’alto ingaggio dell’attaccante e un caratterino non facile da gestire, soprattutto in una squadra che sta lottando con le unghie e con i denti per mantenere la categoria.

The end – I titoli di coda del film Zarate Lazio sono partiti. Al momento si vive da separati in casa, con allenamenti regolari con il gruppo ma la convocazione per la partita contro il Cagliari del 5 gennaio è lontana anni luce.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here