Milan, arriva Montolivo ma non è Mister X

1
411
Riccardo Montolivo

Il Milan prenderà Montolivo. Il centrocampista viola dopo aver rifiutato il rinnovo del contratto è sotto il fuoco della dirigenza che a mezzo stampa lo ha praticamente ripudiato e spodestato dalla fascia di capitano che da ieri è passata sul braccio di Gamberini.

Montolivo lascerà il viola e secondo le indiscrezioni di mercato si vestirà di rossonero, il Milan infatti nella continua operazione di svecchiamento utilizzerà l’ennesima occasione di mercato per metter in organico un giocatore valido ad un prezzo sostanzialmente di sconto. La Fiorentina infatti con il contratto in scadenza tra solo una stagione non può chiedere la luna e il Milan è pronta a presentare un’offerta avendo il gradimento del giocatore.

Montolivo soluzione low cost e di qualità per la quale il Milan è disposta a spender fino a cinque/sei milioni di euro e l’inserimento di qualche giovane come parziale contropartita tecnica. Pare che Corvino voglia Strasser e non a caso il trasferimento a Lecce del centrocampista della Sierra Leone è stato stoppato, mentre il nome di Paloschi piace per sistemare l’attacco.

Ma l’acquisto di Montolivo non implica la rinuncia a Mister X anche se per qualche verso allarga il ventaglio delle scelte: da una mezzala sinistra infatti si passerebbe a trattare un trequartista classico facendo ritornare in auge il nome di Kaka, dato in grande spolvero al Real e voglioso di riscatto, e di Pastore considerato proprio da Galliani qualche anno l’erede del brasiliano. In ballotaggio resta sempre il nome di Ganso anche se non è più una prima scelta come qualche tempo fa.

Tra le mezzale invece scende Hamsik oramai confermato dal Napoli e sale Schweinsteiger tanto che ambienti vicini ai rossoneri confessano che Galliani sarebbe pronto ad investirci pur non potendolo schierare in Champions League.

1 COMMENTO

  1. Appurato che kakà non sia un malato cronico sono convinto che sarebbe un ottimo acquisto… L’ho visto in un paio di partite col Real a me non dispiaceva… Certo non era il “nostro” kakà ma dava la sensazione che con un pò di continuità avrebbe ricominciato a ingranare… L’unica cosa è che li in attacco non sapremmo dove metterlo vista l’importanza di Binho e l’inamovibilità di Pato-Ibra… Però per me kakà può dare ancora qualcosa… Poi bè… Chi meglio di Pastore per sostituirlo? E’ lui l’erede naturale per stile e movenze…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here