Milan: il miliardario albanese Taci molla il Bologna per il Milan. Sarà socio di Berlusconi e porterà in dote la liquidità per il prossimo colpo

0
411

Nei giorni scorsi la brusca frenata nella trattativa per il passaggio del Bologna dai Menarini al miliardario albanese Rezart Taci aveva lasciato sgomenti i tifosi rossoblu e il mondo pallonaro italiano.

Ma adesso si iniziano a deliniare i perchè del dietrofront, da quanto si legge dal Corriere dello Sport, pare che, prima di annunciare la rottura della trattativa con i Menarini, Taci abbia avuto un colloquio con il presidente Berlusconi nel quale si sia ipotizzato un possibile ingresso nella società rossonera, con una quota di minoranza ovviamente.

Ecco l’intervista al miliardario albanese, che svela nuovi possibili e interessanti scenari e dopo Huntelaar i rossoneri sperano in un altro colpo ad effetto magari per le fasce dove Oddo, Antonini e Jankulovski non convincono.

  • Perchè si è interrotta la trattativa con il Bologna?

“Sono cambiati gli interes­si strategici del mio gruppo. Questi stessi interessi mi portano a dire che presto ci impegneremo in una società di calcio di serie A”.

  • Bari non più, Milan quindi…

“Non escludiamo un ritorno sul Bologna. Ma io dico anche un’altra cosa. E’ possibile che diventi azioni­sta di minoranza di un club impor­tante. Va bene co­sì?”.

  • Entro quando?

“Il nostro gruppo sta facendo questa valutazione. Possia­mo entrare in questa nuova società prima dell’inizio del cam­pionato italiano”.

  • Bene, parliamo allora del Milan, le piace la squadra che sta co­struendo Adriano Galliani?
    “Sono molto soddisfatto dell’ac­quisto di Huntelaar. Un grande at­taccante. Era l’uomo che ci servi­va”.
  • Già. E sono arrivati i soldi pro­prio in coincidenza di tutti questi colpi di scena. Cosa succederà al «suo» Milan, di cui è anche tifoso?
    “Il Milan sta attraversando una fase decisiva di ricostruzione e e di rilancio. Una fase eccitante, parti­colarmente feconda. In due anni la società tornerà a vincere come nel primo periodo di Berlusconi. Ne so­no convinto. Forse anche quest’an­no”.
Articolo precedenteEuropa League: urna benevola per Roma, Lazio e Genoa
Articolo successivoMilan: Leonardo prepara l’Eusebio Cup aspettando Huntelaar
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO