Milan, incubo rigori e difesa

0
380

Il Milan chiude l’Audi Cup al quarto posto frutto di due pareggi e di altrettante sconfitte ai calci di rigore. E’ ovviamente calcio d’agosto e la vittoria non è la cosa più importante anche se come molti dicono vincere aiuta vincere ma per Allegri sarà opportuno studiare un allenamento dagli undici metri per migliorare la qualità dei rigoristi e mettersi al riparo per occasioni più importanti.

© CHRISTOF STACHE/AFP/Getty Images
La finalina per il terzo e quarto posto contro l’Indipendiente ha consentito ad Allegri di provare i sudamericani di ritorno dalla Coppa America e di dare spazio a chi come Antonini deve lottare per riconquistarsi una maglia. I brasiliani sono tutt’altro tipo di avversario rispetto al Bayern Monaco e la qualità del Milan, con i 4 d’attacco (Ibra, Pato, Robinho e Seedorf) per lunghi tratti ha avuto la meglio. Subito un gran gol di Ibrahimovic, poi tante giocate d’alta scuola ma anche una eccessiva vulnerabilità in difesa che denota una condizione ancora non ottimale in alcuni uomini cardine. International ha l’occasione del pari in contropiede, il Milan però nella ripresa ritrova smalto e occasioni e con un altra bella azione porta Pato al gol. I rossoneri potrebbero dilagare ma sciupano tutto e i brasiliani trovano il nuovo pari che li porta ai calci di rigori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here