Milan: la partita che vale la Champions. Contro il Toro per allungare

0
769
Il Milan tenta l'allungo in ottica Champions| © Claudio Villa / Getty Images

Il Milan può davvero scrivere la parola “fine” al duello a distanza combattuto contro la sorprendente Fiorentina di Vincenzo Montella per la volata al terzo posto. Questa posizione, attualmente occupata dai rossoneri, rappresenta l’ultimo spazio disponibile per accedere alla Champions League seppur passando dai preliminari estivi. Tra il Milan e i viola c’è solo un punto di differenza ma attenzione: la Fiorentina è stata beffata allo scadere dei 90′ da un colpo di testa di Osvaldo che ha regalato la vittoria alla Roma nell’anticipo del sabato. Ciò significa che il Milan, in caso di vittoria quest’oggi contro il Torino, potrebbe andare a  quattro punti di vantaggio sui toscani e, con tre gare al termine, sarebbe quasi qualificato ai preliminari. Per la certezza assoluta serve almeno un altra vittoria ma guardando i calendari è facile che questa possa arrivare. Eccezion fatta per la Roma, la squadra di Allegri dovrà vedersela con il Pescara e con il Siena. Il Milan deve approfittare di questo match point ma davanti ha un Torino ancora ferito dal derby perso domenica scorsa contro la Juventus.

Il Milan tenta l'allungo in ottica Champions| © Claudio Villa / Getty Images
Il Milan tenta l’allungo in ottica Champions| © Claudio Villa / Getty Images

CASA MILAN – Il guaio più grande per Massimiliano Allegri è rappresentato dall’infortunio di Riccardo Montolivo: l’ex viola ha concluso la stagione a causa di un infortunio e adesso il centrocampo rossonero ha perso uno degli uomini più talentuosi. Come fare? Il tecnico livornese non dovrebbe comunque cambiare formazione e dovrebbe ripresentare il solito 4-3-3. In porta probabile un ritorno di Abbiati. Difesa, da destra verso sinistra, con Abate, Bonera, Mexes e De Sciglio: Zapata in panchina secondo le indiscrezioni della vigilia ma non è da escludere la sua presenza dal primo minuto al posto di Bonera. A centrocampo spazio a Flamini, Nocerino e Muntari, con quest’ultimo chiamato a sostituire Montolivo. Davanti via libera a Balotelli, Boateng ed El Shaarawy. Pazzini scalpita in panchina e non vede l’ora di entrare a partita in corso, nel caso ce ne fosse bisogno.

CASA TORO – Il Toro è ferito ma non è morto. Dopo il derby perso nei minuti finali contro la Juventus, Vetura ha raccolto i pezzi della squadra e ha preparato al meglio questa difficile quanto importante trasferta contro il Milan. In porta confermatissimo il solito Gillet. In difesa non ci sarà Glik squalificato quindi Di Cesare prenderà il suo posto a fianco di Ogbonna: Darmian e Masiello sulle corsie laterali. Brighi e Basha faranno da diga davanti al reparto arretrato mentre il terzetto formato da Cerci, Vives e Santana dovrà supportare Barreto unica punta. Bianchi partirà dalla panchina.

PROBABILI FORMAZIONI MILAN-TORINO (Ore 15:00)

Milan (4-3-3): Abbiati; Abate, Bonera, Mexes, De Sciglio; Flamini, Muntari, Nocerino; Boateng, Balotelli, El shaarawy. All: Allegri.

Torino (4-2-3-1): Gillet; Darmian, Di Cesare, Ogbonna, S. Masiello; Brighi, Basha; Cerci, Vives, Santana; Barreto. All: Ventura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here