NBA: cade Bargnani, Denver senza Gallinari frena i Lakers

0
895
Kobe Bryant cade al Pepsi Center | ©Doug Pensinger/Getty Images

Quattro le partite Nba giocate nella notte italiana. L’unico italiano a scendere in campo è stato Andrea Bargnani, che ha perso in casa contro Washington (84-90). Prestazione discreta per il nostro Andrea, il quale mette a referto 8 punti (4/11) in ventuno minuti a disposizione. Ai Raptors è mancato in maniera terribile Rudy Gay (1/11 dal campo), assente ingiustificato stasera, lasciando ogni responsabilità a DeRozan, che da solo segna 25 punti, non sufficienti però per evitare la sconfitta. Si segnalano poi altre due vittorie esterne, quella di Boston a Utah, dove serve un tempo supplementare ai nonni vestiti di verde per avere ragione dei Jazz, con un Paul Pierce sempre in forma smagliante (26 punti, 7 rimbalzi, 8 assist), e quella di Atlanta (103-114 contro Detroit), dove per la verità i dubbi su un successo degli Hawks erano francamente pochi, considerato il livello alquanto scarso dei Pistons in questa stagione. Vi state chiedendo quale sia l’unica squadra che ha fatto valere il fattore campo?

Denver frena i Lakers, Chandler sostituisce al meglio Gallinari

Kobe Bryant cade al Pepsi Center | ©Doug Pensinger/Getty Images
Kobe Bryant cade al Pepsi Center | ©Doug Pensinger/Getty Images

Ovviamente è Denver. I Nuggets confermano il proprio strapotere al Pepsi Center, dove in stagione hanno perso a memoria soltanto tre incontri, e anche stavolta, nonostante l’avversario sia di primo pelo, esercitano la legge non scritta di quest’anno: ad Alcatraz amici, non si passa. Nel quintetto di George Karl manca lui, Danilo Gallinari, fuori per infortunio, ma a sostituirlo degnamente ci pensa Wilson Chandler, che chiude la serata a quota 23 punti, top scorer dei suoi compagni di squadra (10/18 dal campo).

I Lakers nonostante il ko possono comunque tirare un sospiro di sollievo perché appunto i Jazz hanno perso la loro partita contro Boston, lasciando quindi invariate le caselle della corsa play-off. Male che vada i californiani torneranno ad una distanza di 3 vittorie e mezzo da Houston, distacco comunque accettabile e sopratutto recuperabile da Bryant e compagni in questo finale di stagione. Black Mamba, dopo aver segnato 78 punti negli ultimi tre giorni, si ferma a 29 punti, 9 assist e 6 rimbalzi, consapevole forse di potersi meritare un pizzico di riposo dopo due serate da sogno come quelle appena trascorse.

Tutti i risultati

Raptors-Wizards 84-90
Pistons-Hawks 103-114
Jazz-Celtics 107-110 (ot)
Nuggets-Lakers 119-108

Classifica Eastern Conference

Heat 40-14
Pacers 35-21
Knicks 33-20
Hawks 32-23
Nets 33-24
Bulls 32-24
Celtics 30-27
Bucks 26-28
Sixers 22-32
Raptors 23-34
Pistons 22-37
Wizards 18-37
Cavaliers 18-38
Magic 15-41
Bobcats 13-43

Classifica Western Conference

Spurs 45-13
Thunder 41-15
Clippers 40-18
Grizzlies 37-18
Warriors 33-23
Jazz 31-26
Rockets 31-27
Lakers 28-30
Blazers 26-30
Mavs 25-30
TWolves 20-33
Hornets 20-37
Kings 19-38
Suns 18-39

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here