NBA: Robinson ai Celtics?

2
389

Il fresco vincitore della gara delle schiacciate, Nate Robinson, potrebbe cambiare casacca nelle prossime ore.
Da alcune fonti si evince infatti che i Boston Celtics avrebbero quasi chiuso la trade con i New York Knicks per il folletto tutto esplosività, mandando nella Grande Mela Eddie House.
Sicuramente uno scambio vantaggiosissimo per Boston che allunga la panchina e non solo, perchè Robinson non è un gregario ma un atleta che sta molti minuti in campo.
Dall’altra parte New York si indebolisce e di parecchio: House è sul viale del tramonto, non si capisce dove voglia arrivare Donnie Walsh, General Manager dei Knicks che rischia di spegnere, con questa mossa, anche quella piccola speranza di playoff che ancora c’è a New York. La mossa non libera spazio salariale perchè sia House che Robinson vanno in scadenza di contratto a giugno. Ma la cosa assurda è che se Walsh vuole indebolire la squadra per avere una scelta molto alta al prossimo draft, lui per primo (vista la carica che ricopre!) dovrebbe sapere che i Knicks dovranno girare la loro scelta a Utah per via di uno scambio avvenuto negli anni passati. Quindi gli arancioblu resteranno a bocca asciutta e i Jazz ringrazieranno di cuore, magari prendendo una posizione di scelta (al draft) altissima. Se la situazione è questa, tanto vale rafforzare il roster e tentare un assalto all’ultimo posto disponibile per la post-season! Non sembra una mossa azzeccata fare tutto il contrario! Ma a New York in questi ultimi anni ci hanno abituato a decisioni (assurde) di questo tipo…

Articolo precedenteCalciomercato, Fiorentina: altro colpo di Corvino, bloccato Pinilla
Articolo successivoInter: i tifosi scaricano Balotelli. “E’ come Ronaldo e Vieri”

2 COMMENTI

  1. secondo me Walsh fa bene a cedere adesso…alleggerische il salary cap per quest’estate per prendere due big…James e Wade…con la squadra di adesso i playoff se li sognano,megli non sprecare soldi per una rincorsa che sarebbe inutile…meglio soffrire questi 3 mesi che ancora per anni.

  2. teoricamente si, hai ragione…peccato che anche Robinson vada in scadenza a giugno, quindi Walsh alleggerirebbe il cap anche tenendolo in squadra! i problemi sono altri, se arrivasse veramente House (che è in declino fisico e tecnico) il roster si indebolirebbe molto portando gli arancioblu sempre più giù, tutto a vantaggio di Utah che avrà, al prossimo draft, la scelta (peraltro altissima!!) di New York che resterà a guardare…!Walsh a mio parere sta distruggendo i Knicks a furia di scelte sbagliate (Gallinari non è stato scelto da Walsh, che doveva farlo in qualità di General Manager, ma direttamente da Mike D’antoni che ha dovuto anche litigare pesantemente proprio con Walsh che avrebbe fatto un’altra scelta!!!) proprio come nell’ultimo draft quando il Manager-FENOMENO di New York con l’ottava scelta, tra tutti i buoni giocatori che c’erano da chiamare per rinforzare la sua squadra, ha scelto JORDAN HILL, che ora vive nell’anonimato (perchè campione non lo era e forse non lo sarà mai!). Insomma tutto questo giro di parole per dire che a NY sono in mano ad un matto probabilmente, e non so quanta voglia abbia LeBron James di lasciare la migliore squadra NBA assieme ai Lakers per andare in una gabbia di matti!!! Almeno Danny Ferry, G.M. dei Cavaliers, gli ha costruito attorno una super squadra dimostrando di essere un grande manager!!!

LASCIA UN COMMENTO