NBA: Sfortuna Yao Ming, gli infortuni lo costringono al ritiro

0
798

Notizia shock dal mondo NBA: come se non bastasse il lockout che probabilmente farà saltare la prossima stagione del basket americano, arriva come un fulmine a ciel sereno l’annuncio del centro cinese Yao Ming, costretto al ritiro dai troppi infortuni avuti alle ossa dei piedi negli ultimi anni. La stella degli Houston Rockets, uno dei giocatori più forti della Lega fino a 3 anni fa quando è iniziato il suo lungo calvario, deve purtroppo arrendersi ai suoi malanni e dire basta con il basket giocato a soli 30 anni.

© Jeff Gross/Getty Images
230 centimetri per 141 chili, era nel massimo campionato americano da 9 stagioni, ma nelle ultime 2 la sua presenza è stata come quella di un fantasma dato che era riuscito a collezionare solo 5 presenze totali sulle possibili 164! Il suo calvario ha inizio nei playoff del 2008-2009 quando nella sfida contro i Lakers si procura una frattura da stress al piede destro. Il recupero è lungo, salta tutta la stagione 2009-2010 per ritornare all’inizio dell’ultimo campionato dove però riesce a reggere per sole 5 partite prima di procurarsi l’ennesima frattura da stress (questa volta all’altro piede) che lo costringe a terminare anzitempo il suo campionato. I medici sono subito pessimisti e gli comunicano il nuovo stop per un anno intero, ora il suo annuncio fa capire a tutti i fan che contro alcuni avvenimenti non si può nè lottare, nè combattere, la logica conseguenza è stato il ritiro. Finchè  il fisico gli ha permesso di mettere in mostra il suo talento, il centro cinese ha fatto vedere ottime cose sui parquet NBA, chiude la sua carriera con 19 punti, 9.3 rimbalzi e 1.9 stoppate di media a partita (486 totali), ma non è mai riuscito a togliersi la soddisfazione di superare nemmeno un turno dei Playoff, perdendo sempre al primo turno a eliminazione diretta, nel 2004, nel 2005 e nel 2007. Vanta anche 8 convocazioni all’All Star Game. Sbarcato nella Lega come prima scelta assoluta del draft 2002, il lungo di Shangai è diventato subito uno dei beniamini dei tifosi dei Rockets (la sua unica squadra in NBA). Soltanto 2 le  gare saltate per infortunio nelle sue prime 3 stagioni (che non lasciavano presagire nulla di tutto ciò che poi è successo), i notevoli passi avanti nello sviluppo del suo gioco sembravano poter inserire Yao Ming nell’olimpo dei più grandi giocatori del basket a stelle e strisce ma il suo corpo non ha voluto, ad un certo punto, collaborare. Le sue ossa troppo fragili non hanno retto ed hanno cambiato il destino della carriera del giocatore asiatico, costringendolo così adesso, a dire addio al basket.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here