L’idillio è finito! Quasi rissa tra Cassano-Stramaccioni

0
1020
Lite Cassano-Stramaccioni in allenamento | © Claudio Villa/ Getty Images Sport

Per Antonio Cassano si tratta di una sorta di “costante”, che periodicamente si ripete all’improvviso, quando meno ce lo si aspetta. E’ successo ai tempi della Roma quando, ancora giovane e poco maturo, le sue “uscite” sopra le righe vennero ribattezzate “Cassanate”, è successo durante l’avventura poco fortunata al Real Madrid, è successo alla Sampdoria rompendo un idillio che sembrava inossidabile. Non si tratta, però, soltanto di un excursus di avvenimenti del passato ma di un preludio a qualcosa che si è ripetuto ancora, in casa Inter. Questa volta il litigio che ha visto protagonista Antonio Cassano ha riguardato anche l’allenatore Andrea Stramaccioni ed è avvenuto proprio alla vigilia della trasferta contro il Catania, negli spogliatoi della Pinetina di Appiano Gentile. Secondo quanto viene riportato, Cassano e Stramaccioni si sono affrontati anche fisicamente, con tanto di spintoni, urla e provocazioni, richiedendo l’intervento degli altri calciatori interisti per provare a separarli e cercare di riportare la calma anche se la lite Cassano-Stramaccioni non può passare sottotraccia.

Lite Cassano-Stramaccioni in allenamento | © Claudio Villa/ Getty Images Sport
Lite Cassano-Stramaccioni in allenamento | © Claudio Villa/
Getty Images Sport

Nervosismo indiscutibile, crepe profonde che si aprono e portano con sè diverse cause: dalla difficoltà di risultati della squadra, da alcuni nervi scoperti all’interno dello spogliatoio, con gli individualismi che prevalgono sul collettivo e sfociano in situazioni come quella che ha visto protagonisti proprio Cassano e mister Stramaccioni. Un tecnico come Stramaccioni, dalla forte personalità e dalla grande voglia di emergere, è strano si faccia coinvolgere in situazioni simili, andando a piegare il suo ruolo di “guida” della squadra a situazioni che, di certo, non risultano essere edificanti e non possono che incrinare la sua figura.

Di certo, il presidente Massimo Moratti – che dovrebbe parlare in queste ore per chiarire la situazione – farà di tutto per ricomporre la rottura Cassano-Stramaccioni anche se, ovviamente, si tratta di una grana di difficile ricomposizione che potrebbe avere ripercussioni più gravi e più pesanti sul proseguio della stagione interista, considerando che potrebbe portare con sè quelle “scorie” che non fanno bene al clima dello spogliatoio.

Quantomeno singolare, però, che la lite Cassano-Stramaccioni sia giunta proprio nel periodo in cui, nonostante le difficoltà stagionali, sembrava che il giovane tecnico avesse ormai ottenuto la riconferma per la prossima stagione, rimanendo il punto fermo nella rivoluzione che potrebbe riguardare la squadra (ed anche la società) nella prossima stagione, con il probabile addio al calcio giocato di capitan Zanetti e i dubbi legati alla permanenza di Cambiasso ed alla guarigione di Diego Milito, ma anche lo stesso prolungamento di Antonio Cassano che, ora, non appare affatto scontato.

Tuttavia, sembra che nonostante le difficoltà all’interno dello spogliatoio e i dubbi per quello che sarà il futuro, l’intenzione comune sia quella di cercare di focalizzare l’attenzione soltanto all’impegno del Massimino di Catania, una partita già di per sè delicata e difficile, che richiederà la massima concentrazione considerando che la lotta per un posto in Champions League sarà sempre più dura ed ardua fino al termine della stagione. In tanta confusione, però, la certezza sembra essere una sola: la non convocazione per la gara contro il Catania di Antonio Cassano decisa dal tecnico Stramaccioni.

D’altronde, era ampiamente prevedibile dopo la lite Cassano-Stramaccioni che è apparsa come un “il fulmine a ciel sereno”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here