Samp che colpo.

0
444

Pazzini è il miglior acquisto del mercato invernale!

pazziniGiampalo Pazzini, in arte “il Pazzo” è cresciuto calcisticamente nelle giovanili dell’Atalanta, con i bergamaschi ebbe inizio la sua carriera da professionista in serie B nel 2003/04 9 gol in stagione e promozione in serie A, l’anno successivo l’esordio in A con 12 presenze e tre gol.Nel gennaio 2005 passa alla Fiorentina per una cifra di circa 6,5 milioni di euro. In questa metà campionato disputa 14 presenze segnando 3 gol. Nel campionato 2005/2006 colleziona 6 gol stagionali e vince il prestigioso trofeo l’Oscar del calcio battendo la concorrenza di Martins e Vucinic. Nella scorsa stagione i viola dopo la partenza di Toni si affidano a lui come partener di Mutu, Pazzini segna nove gol in campionato e 4 in  coppa Italia ma al termine della stagione alla corte di Prandelli arriva Gilardino, il Pazzo cosi trova sempre meno spazio e non si sente piu importante alla causa viola, cosi nella sessione invernale passa alla Samp. Marotta grazie alla volontà del giocatore di cambiare aria è riuscito a strapparlo ai viola per 9 milioni di euro piu il cartellino di Bonazzoli e a farne un punto di riferimento per la Samp. 7 gol in campionato 3 in Coppa Italia, la sua quotazione è raddoppiata, i tifosi gongolano in coppia con Cassano sono irresistibili ed iniziano a meritare i paragoni con i gemelli del gol Vialli e Mancini. Per la prossima stagione il compito del ds è trattenere Cassano e costruire intorno a loro la nuova Samp, intanto Lippi sta facendo seguire la coppia d’oro ma siamo sicuri che continuando cosi li vedremo presto in azzurro.

Articolo precedenteSerie B 31 Giornata. Il turno infrasettimanale sorride al Parma
Articolo successivoMilan: c’è crisi!
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO