Vendetta Bayern Monaco. Olic batte il Manchester in pieno recupero

0
227

Il Bayern Monaco serve la vendetta al Manchester United ribaltando la partita grazie alle reti di Ribery e Olic e ponendosi in vantaggio per il passaggio del turno. Partenza choc per gli uomini di Van Gaal che dopo appena due minuti si ritrovano sotto a causa di uno sfortunato scivolone di Demichelis che permette il tap in al solito Rooney. Bayern stordito e lo United rischia più volte di trovare la rete del raddoppio con un ritrovato Nani. Alla mezz’ora i padroni di casa reagiscono e vanno vicinissimi al pareggio con Olic che manca la deviazione sotto rete.

Ripresa di tutt’altro tenore con i bavaresi autentici padroni del campo, Olic e Van Bommel ci vanno vicinissimi. Altintop sbaglia l’impossibile, Ribery e Rooney deliziano la platea grazie a giocate ad alto coefficiente di difficoltà ma sbagliano troppo sotto porta. Il pari arriva dai piedi del francese ma con la complicità della barriera inglese che è decisiva nello spiazzare Van der Sar. Il gol galvanizza i teutonici che nel finale dopo aver tremato per una traversa di Vidic trova il gol vittoria con Olic abile a sfruttare una indecisione di Evra.

Tra sette giorni il return match all’Old Trafford con la consapevolezza nei tedeschi di poter compiere l’ennesima impresa. Van Gaal dovrebbe recuperare Robben, tegola per Ferguson che nel finale perde Rooney.


TABELLINO
BAYERN-MANCHESTER UTD 2-1

Reti: 2′pt Rooney (M), 31’st Ribery (B), 48’st Olic (B)

BAYERN MONACO(4-4-2):
Butt, Lahm, Van Buyten, Demichelis, Badstuber, Altintop, Van Bommel, Pranjic, Ribery, Muller, Olic.

MANCHESTER UNITED (4-3-3):
Van der Sar, Neville, Ferdinand, Vidic, Evra, Park, Fletcher, Carrick, Park, Rooney, Nani.

Arbitro: De Bleeckere (BEL)

Articolo precedenteBalotelli al Chiambretti Night: “ho ragione io e non chiedo scusa”
Articolo successivoChampions League: Lione – Bordeaux 3-1, apre e chiude Lisandro Lopez
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO