Mondiali Under 20: cadono Argentina e Colombia. Video

0
522

Finisce il sogno di vittoria della Colombia fermnata da un ottimo Messico davanti al proprio pubblico e ad una intera nazione che aveva adottato questi ragazzini intravedendo possibilità di riscatto nazionale. Per esser una competizione Under 20 i record di pubblico registrati e l’entusiasmo con cui il popolo colombiano si è avvicinato alla rassegna anche la nostra serie A farebbe bene a meditare.

© Guillermo Legaria/Getty Images
La Colombia dopo un cammino esplosivo e convincente trova sulla sua strada un Messico quadrato e in esponenziale crescita a conferma che la vittoria del Mondiale Under 17 non è stato assolutamente un caso. La partita è stata bella e vibrante con i cafeteros a far la partita scontrandosi però su un monumentale Rodriguez, di gran lunga il miglior portiere del torneo. Il Messico punge con l’ormai famosissimo Muriel e passa, gelando il Campin con un rigore di Erick Torres. La Colombia ci prova ma sfonta solo dopo un ora di gioco con un tiro dalla lunga distanza di Zapata che trova impreparato Rodriguez. La partita sembra ad una svolta ma il Messico trova ancora la forza di andare avanti con uno scatenato Rivera autore della doppietta per il 3-1 finale. Troppa forse la pressione per i padroni di casa ma il movimento calcistico colombiano dopo il tracollo di qualche anno fa può rivedere nuova luce.
Il Messico in semifinale incontrerà il Portogallo capace di domare, seppur ai calci di rigore, l’Argentina di Lamela. Anche in questo match ad esaltarsi sono i due portieri da tenere sicuramente sott’occhio, Mika (Michael Simões Domingues) è stato appena acquistato dal Benfica ed è protagonista assoluto nel cammino del Portogallo tenendo la porta inviolata durante la fase a gironi e parando due rigori nella lotteria che ha eliminato l’Argentina e lanciato il Portogallo verso le semifinali. Esteban Andrade, il portiere dell’Argentina in orbita Barcellona, è fondamentale durante i 120′ di partita con delle parate spettacolari e poi fa il suo dovere dagli undici metri respingendo due rigori. La partita equilibrata e senza grandissime occasioni ma giocata meglio dal Portogallo che ha messo in luce ancora una volta Danilo in difesa, l’Argentina invece è solo nelle invenzioni di Lamela e Pereira ma mai veramente pericolosa a dimostrazione che i problemi di organizzazione vengono dal basso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here